in

Maradona, all’asta tutti i suoi beni: dalla lettera di Fidel Castro alle auto di lusso. Il ricavato agli eredi

Diego Armando Maradona, figli mettono tutti i suoi beni all’asta – Mercoledì 3 novembre 2021. Diversi oggetti appartenuti all’ex calciatore saranno venduti nel prossimo mese di dicembre. A riportare la notizia il quotidiano sportivo argentino ‘Olè’, che specifica che il ricavato sarà destinato ai suoi eredi diretti. Vale a dire i suoi cinque figli: Dalma, Giannina, Diego Jr, Jana e Dieguito. Si è deciso di mettere all’asta anche due case, una nel quartiere di Villa Devoto a Buenos Aires e l’altra nella città di Mar del Plata. Come pure tre auto (due BMW e una Hyundai) e altri cimeli appartenuti all’attaccante argentino scomparso il 25 novembre scorso. 

leggi anche l’articolo —> Diego Armando Maradona autopsia effettuata, causa della morte: il “sospetto” dietro l’infarto

Maradona figli

Maradona, all’asta tutti i suoi beni: dalla lettera di Fidel Castro alle auto di lusso

Novità importanti dall’estero: all’asta i beni di Diego Armando Maradona. Il giudice ha dato via libera alla richiesta degli eredi: la vendita prenderà il via il 19 dicembre. I figli dell’ex allenatore potranno usufruire, come riferisce «Il Corriere della Sera», dei soldi ricavati dalla vendita di due Bmw (una ha la firma dell’ex giocatore del Napoli incisa sul parabrezza e ha un prezzo di partenza di 142 mila euro) e una Hyundai; la lettera di Fidel Castro con cui Maradona aveva un forte legame d’amicizia. E ancora la casa che il Pibe de Oro aveva regalato ai propri genitori (780 mila euro), pacchetti azionari, un appartamento a Mar de Plata (57 mila euro) e altri oggetti personali. Tra cui quadri, maglie, scarpette, cravatte e cappellini. Tra i cimeli più particolari messi in vendita 13 palline dell’artista colombiano Mr Bling. Una in argento con la scritta ‘1986’, con la firma di Diego e alla base la frase: ‘La pelota no se mancha, il pallone non si sporca, Diego Armando Maradona’. Un’altra d’oro con la firma di Diego, una del Barcelona, ​​una del Napoli e una del Boca.

Maradona figli

Per accertare il patrimonio necessaria la collaborazione con Venezuela e Cuba

Per accertare il reale patrimonio di Maradona è stata necessaria la collaborazione di governi stranieri, come Venezuela e Cuba. Si tratta di paesi in cui l’ex fuoriclasse di Maradona aveva beni immobili, azioni societarie e partecipazioni ad attività manageriali. Come rivela «Il Corriere» nella cassaforte di Buenos Aires le autorità hanno rinvenuto contanti, una preziosa collezione di orologi e l’anello da 260 mila euro che Maradona aveva ricevuto dal proprietario della Dinamo Brest, club della Bielorussia, al tempo della nomina da presidente onorario. La messa in vendita all’asta dei beni del campione arriva mentre procedono le indagini per chiarire i punti oscuri della sua morte.  Leggi anche l’articolo —> Raffaella Carrà su Maradona: «Lo conobbi nel 1979. Per me passò una notte in carcere»

Maradona figli

Seguici sul nostro canale Telegram

Maltempo in Italia, arriva il ciclone Poppea: 12 regioni allertate

Gonnosfanadiga Fabrizio Porcu morto nel pozzo, aveva 41 anni

Sardegna, uomo trovato morto in un pozzo: la tragedia a Gonnosfanadiga