in

Maria Chindamo: spunta la misteriosa telefonata del suocero dopo la sua scomparsa

Maria Chindamo, il suocero conosceva la verità sulla sua terribile scomparsa? Se lo domanda il settimanale Giallo, che pubblica in esclusiva il contenuto di una telefonata che potrebbe risolvere il giallo dell’imprenditrice sequestrata e uccisa il 6 maggio 2016 davanti l’ingresso della sua tenuta agricola in contrada Carini di Località Montalto (Limbadi, Vibo Valentia).

maria-chindamo-suocero-misteriosa-telefonata

Maria Chindamo, la misteriosa telefonata del suocero poco dopo la sua scomparsa

A fare la succitata telefonata, subito dopo la scomparsa della donna, il suocero di Maria Chindamo. Queste le sue parole acquisite agli atti dell’inchiesta: a parlare è Vincenzino Punturiero, che si rivolge a Vincenzo Chindamo, fratello di Maria.

V. Punturiero – “Ecco n, Non ti dico niente. Sono venuto qua che ti devo dire una notizia (…) zio Vincenzo che tuo zio Vincenzo aveva una strada aperta nel senso per altri motivi”

V. Chindamo – “Ma potete dire a me?”

V. Punturiero – “No, no Vincenzo, è una cosa che devo dire a tuo zio, che strada deve andare  a vedere e di cosa si tratta. Hai capito? O, quantomeno, se poi te lo vuole dire tuo zio, è un’altra cosa …”

Frasi che sembrano un’accozzaglia di parole prive di senso logico, ma che in realtà potrebbero contenere un’importante verità. La telefonata ebbe luogo l’11 maggio 2016, cinque giorni dopo la scomparsa di Maria. Quel giorno l’ex suocero dell’imprenditrice si recò a Laureana di Borrello nel bar gestito da Vicenzo Chindamo, fratello di Maria. Però non lo trovò al lavoro, c’era solo la moglie. Così il signor Vincenzino Punturiero decise di chiamarlo per anticipargli al telefono ciò che avrebbe dovuto dirgli in presenza. Con parole confuse e sibilline, sembra aver lasciato intendere a Vincenzo di “sapere qualcosa di molto rilevante sulla scomparsa della sorella”.

 

Parole ‘non dette’ che forse celavano la pista giusta per risolvere il caso

A quale “strada” si riferisce nella telefonata? Strada di cui sarebbe stato a conoscenza anche lo zio di Vincenzo, un anziano avvocato in pensione che porta lo stesso nome del nipote. “La telefonata proseguì a lungo, sempre sullo stesso tono”, scrive Giallo. L’ex suocero di Maria sembrava voler convincere Vincenzo Chindamo a parlare con lo zio. “…Sono cose che si risolvono con il tempo ed è una cosa positiva quella che devo dire a tuo zio. Tu zio questa strada la conosce”. Forse l’ex suocero di Maria sapeva chi le aveva fatto del male? O dove era stato occultato il suo corpo? Un segreto che si è portato nella tomba, perché Vincenzino Punturiero è deceduto un anno dopo quella sibillina telefonata. Potrebbe interessarti anche —> Maria Chindamo clamorosi sviluppi indagini: si cerca una Golf che “faceva da vedetta”

Vincenzo fratello di Maria Chindamo

Sabrina Salerno oggi, primo piano elettrizzante: «Dove si firma per poterti sposare?»

mario-bozzoli-news-4mila-euro-a-casa-di-ghirardini

Mario Bozzoli: c’erano 4mila euro in contanti a casa dell’operaio trovato morto