in

Morte Maria Ungureanu riesumazione salma, nuova perizia ribalta tutto: «Non è stata violentata»

Morte Maria Ungureanu news: la bimba rumena di 9 anni trovata nuda, e senza vita, nell’acqua della piscina di un resort a San Salvatore Telesino (Benevento) il 19 giugno 2016, non avrebbe subito violenza sessuale, lo dice una nuova perizia: “Non è stata violentata o, meglio, non ci sono segni di una violenza classica”.

bimba rumena morta in piscina news

Maria Ungureanu “non subì violenza sessuale”: lo dice una nuova perizia

Riesumata la salma mesi fa, queste sarebbero state, secondo quanto trapela in queste ore, le risultanze degli accertamenti medico scientifici sul corpicino della bimba. La perizia collegiale, redatta dal professor Cristoforo Pomara e dai dottori Francesco Sessa e Ciro di Nunzio, è stata depositata al Tribunale di Benevento; venne disposta dal Gip per fare chiarezza sui presunti abusi di cui la piccola sarebbe stata vittima. A fronte di siffatte risultanze, l’avvocato Gallo, difensore del papà di Maria sospettato di avere abusato della bimba, ha dichiarato all’Ansa: “Tale conclusione deve essere quella di scagionare da subito il mio assistito al quale era stato addebitato il reato di violenza sessuale nella scorsa udienza innanzi al Gup che, non accogliendo le richieste della Procura di archiviare il caso, decideva di continuare con le indagini addebitando, oltre all’omicidio ed alla violenza a Daniel Ciocan, la violenza sessuale anche al padre che, a questo punto dovrebbe essere prosciolto”.

Genitori Maria Ungureanu

Genitori Maria Ungureanu

Daniel Ciocan difesa: quello di Maria “un caso di morte accidentale in una bambina abusata”.

La difesa di Daniel Ciocan, che sostiene la tesi della morte accidentale per annegamento della bimba, attraverso le parole della consulente criminologa Ursula Franco, per quanto concerne le presunte violente sessuali, aveva sempre puntato il dito contro Marius Ungureanu, papà di Maria: quello Ungureanu è “un caso di morte accidentale in una bambina abusata. Daniel e Cristina non si trovavano a San Salvatore Telesino mentre Maria moriva e non è certo di Daniel lo sperma isolato sulla maglietta e sulla copertina della bambina […] Le conclusioni delle nuove perizie disposte dalla procura non aggiungono niente di nuovo a questo caso di morte accidentale in una bambina abusata. Le ripeto la soluzione di questo caso è agli atti dal luglio 2016. Mi aspetto che la procura di Benevento segua le indicazioni fornite dai giudici del Riesame di Napoli e da quelli della Cassazione” (Fonte Le Cronache Lucane). Interpellata da UrbanPost, la criminologa Ursula Franco ha così commentato i recenti sviluppi investigativi di cui in oggetto: “I primi 3 consulenti medico legali, Professor Buccelli, Dottoressa Fonzo e Professor Introna hanno concluso che Maria era vittima di violenza sessuale. A confermare che Maria subiva violenze sono agli atti incriminanti intercettazioni telefoniche fatte subito dopo il ritrovamento di sperma di un soggetto noto sul lettino di Maria e sulla sua maglietta. Non entro nello specifico ma voglio aggiungere che, nella sua consulenza, il Professor Introna che, lo ricordo, aveva escluso che Maria fosse stata uccisa, si era espresso con alcune interessanti riflessioni in merito ad un certo tipo di abusi, riflessioni che condivido in pieno”.

daniel ciocan presunto assassino maria unguranu
Daniel Ciocan

Potrebbe interessarti anche: Maria Ungureanu riesumazione salma: spariti gli organi interni

Flavio Bucci morto

È morto Flavio Bucci: attore, doppiatore e produttore cinematografico italiano

La vita promessa 2

‘La vita promessa 2’ anticipazioni: le parole di Luisa Ranieri e Francesco Arca [SPOILER]