in

Perchè l’ultimo giorno di Carnevale si chiama “martedì grasso”? Tutte le curiosità

Il martedì grasso è la festa che conclude la settimana dei sette giorni grassi di Carnevale, durante la quale hanno luogo molte celebri sfilate in maschera. Famose sono le feste del Carnevale di Venezia, di Viareggio, di Invrea e di tante altre città italiane. Anche all’estero durante questa settimana ci si maschera e ci si lascia andare alle danze, come per esempio in Brasile. Quest’anno purtroppo a causa della pandemia le varie cerimonie sono stata sospese. Il martedì grasso precede il mercoledì delle ceneri che segna invece l’inizio della Quaresima, che poi porterà alla Pasqua che nel 2021 cade domenica 4 aprile.

Leggi anche –> Il Santo del giorno 15 febbraio: San Faustino e San Giovita

Perchè l’ultimo giorno di Carnevale si chiama “martedì grasso”?

In Europa, il fatto che l’usanza cristiana di astinenza durante la Quaresima sia meno praticata che nel passato ha fatto perdere al Carnevale il suo antico collegamento all’aspetto religioso. La tradizione voleva infatti che in questa giornata venissero consumati tutti i cibi più prelibati rimasti in casa, che durante la quaresima non potevano essere mangiati, come ad esempio la carne la carne. Per il fatto che si consumavano cibi grassi, l’ultimo giorno di carnevale è detto in Italia “martedì grasso”. Infatti, la parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare”, ossia “eliminare la carne”.  Durante il giorno che precede il mercoledì delle ceneri è usanza mascherarsi in vario modo e sfilare per le strade cittadine, cosa purtroppo non possibile quest’anno a causa della pandemia.

Le varie tradizioni Italiane e non solo

A seconda dei Paesi e delle Regioni d’Italia, il “martedì grasso” può assumere nomi differenti o non esistere affatto. È il caso di Milano, che segue il rito ambrosiano secondo cui l’ultimo giorno di Carnevale è il sabato, anziché il martedì. La tradizione fa risalire questa usanza direttamente a Sant’Ambrogio, che tardò il rientro in città da un pellegrinaggio e fece aspettare i fedeli per l’inizio della Quaresima. In questo modo il Carnevale dura di più, terminando il sabato dopo le Ceneri. In Sardegna il martedì grasso assume vari nomi: a Mamoiada si chiama Martisero, a Ulassai si chiama Martisperri. Nel Regno Unito e negli USA, invece, il “martedì grasso” prende il nome di Pancake Day. Infine, i dolci tipici di questo giorno sono le chiacchiere, note anche come maraviglias, cenci, bugie, stracci, frappe, galani, sossole, cròstoli, fiocchetti e sfrappole nelle diverse regioni italiane. >> Altre News

Seguici sul nostro canale Telegram

Antonella viola

Variante inglese, Viola: «Più contagiosa e più letale. Usare mascherine Ffp2 in negozi e scuole»

lockdown totale

Lockdown totale, Vaia: «Non serve. No all’utilizzo delle varianti come ‘clava politica’»