in

Covid, fino a quando sarà obbligatoria la mascherina all’aperto?

L’uso della mascherina è diventato obbligatoria sia al chiuso che all’aperto dai tempi della seconda ondata. Parliamo ormai di sette mesi fa. Con l’arrivo dell’estate, in molti si chiedono se sarà possibile toglierla almeno all’aperto. L’anno scorso nei mesi estivi bisognava usare il dispositivo di protezione soltanto al chiuso. Grazie alla diffusione dei vaccini sembra che entro qualche mese saremo ad un punto di svolta nel combattere la pandemia. La mascherina all’aperto fino a quando sarà obbligatoria?

mascherina all'aperto

La mascherina all’aperto fino a quando sarà obbligatoria?

Dallo scorso autunno l’uso della mascherina è sempre obbligatorio. Certo è che la differenza che la possibilità di un contagio all’aperto o al chiuso è nettamente diversa. Per non alimentare la confusione, creando regole diverse per ogni circostanza, il Governo aveva optato per un uso generale ad eccezione dei “casi in cui è garantito l’isolamento continuativo da ogni persona non convivente”. In estate però l’uso della mascherina crea disagi: vero che protegge dall’infezione ma riduce anche la capacità respiratoria. Ci sono speranze che quest’estate venga tolta come lo scorso anno?

In un’intervista a 24 Mattino su Radio 24, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ha parlato proprio di questo argomento. “Le mascherine al chiuso devono essere mantenute”, ha sottolineato Sileri. Ma le regole dell’utilizzo all’aperto probabilmente cambieranno a breve. Secondo Sileri bisogna aver vaccinato almeno la metà della popolazione. Si tratta di 30 milioni di cittadini. “Allora è chiaro che anche la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca e rimettersela in faccia quando c’è assembramento e rischio“.

ARTICOLO | Massa, 4 dosi iniettate ad una 23enne: come sta ora e cosa è successo

ARTICOLO | Covid, quali vaccini funzionano davvero contro le varianti: quanto dura l’immunità

Mascherina all'aperto

Mascherina all’aperto e coprifuoco: le novità in arrivo con l’estate

Il sottosegretario alla Salute ha anche parlato di un tema molto caldo al momento: il coprifuoco. Questa settimana la cabina di regia presieduta da Mario Draghi si riunirà per valutare la situazione dei contagi in Italia. Se la situazione è rosea, si potrà procedere con un ulteriore allentamento delle misure anti-Covid. Sileri già da tempo ha dichiarato che l’allentamento del coprifuoco potrebbe essere graduale. “Fra le 23 e le 24, io direi mezzanotte, entro un paio di settimane e continuando a controllare i numeri“.

Ma il vero miglioramento, che questa volta sarà definitivo è determinato dalla quantità di vaccini effettuati. Con la soglia di 30 milioni di vaccinati, l’Italia potrà ripartire. Ma quando avverrà? L’obiettivo non è così lontano, ci vorranno ancora alcune settimane. Ad oggi i cittadini che hanno ricevuto almeno una dose sono circa 17 milioni. Se le vaccinazioni procederanno senza intoppi, quindi con 2 milioni di prime dosi somministrate a settimana, ci vorrebbe un mese e mezzo per arrivare a quota 30 milioni. Questo significa che la data chiave sarà a fine giugno, se l’ipotesi di Sileri verrà considerata anche dal Governo.>>Tutte le notizie

 

chi l'ha visto stasera

“Chi l’ha visto?”, le anticipazioni di stasera: novità sul caso Denise Pipitone

Mario Draghi

Da destra a sinistra tutti vogliono riaprire ma il governo temporeggia ancora