in

Matteo Bassetti sull’eventuale zona rossa in Italia a Natale: «È una scelta incomprensibile»

L’infettivologo Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria, ha deciso di esprimere il suo parere sull’eventualità della zona rossa a Natale durante una lunga intervista ad Adnkronos. Per Bassetti l’ipotesi su cui sta lavorando “è una scelta sbagliata che va contro i principi su cui ci siamo mossi fino ad oggi”. L’Italia come zona rossa a Natale per l’infettivologo “è una scelta incomprensibile e un compromesso che non porterà a nulla”. A quanto pare la battaglia contro il Covid-19 secondo Bassetti andrebbe combattuta con armi diverse. Il rischio di una terza ondata c’è e sicuramente non è facile stabilire quale sia la strategia migliore per evitarla. Una cosa è certa, qualcosa deve essere fatto e soprattutto al più presto.

Leggi anche –> C’era o non c’era un piano segreto anti Covid? La guerra legale per capirlo è iniziata

Matteo Bassetti

Matteo Bassetti sull’eventuale zona rossa in Italia a Natale

Il Governo in queste ore sta decidendo quale misure adottare per poter arginare la diffusione del virus durante le festività natalizie. Due sono le ipotesi al vaglio dell’esecutivo. La prima riguarda l’eventualità di istituire una zona rossa nazionale con un’ulteriore stretta per la mobilità interregionale e la chiusura totale delle attività dal 24 dicembre al 6 gennaio. La seconda, invece, prevede la possibilità di “deroghe speciali” per gli spostamenti nei giorni di festa. Matteo Bassetti, durante il suo intervento all’Adnkronos, sull’eventuale zona rossa in Italia a Natale ha dichiarato: «Da quello che sto vedendo in queste ora manca la coerenza a livello decisionale. I provvedimenti con i vari colori nelle regioni avevano un razionale scientifico basato sui 21 indicatori. E nel Dpcm si parlava di interventi a livello locale. Quest’ultima cosa è importante perché nel Paese ci sono aree di alcune regioni, penso al Veneto e al Friuli-Venezia Giulia, che avrebbero bisogno di interventi restrittivi da subito e non nei festivi e prefestivi».

Matteo Bassetti

“È inutile fare una enorme zona rossa del Paese”

Matteo Bassetti, sempre all’Adnkronos, ha aggiunto: «Il non volere prendere provvedimenti che vadano contro alcune categorie è sbagliato, è inutile chiedere di fare una enorme zona rossa del Paese dove ci sono tante aree che hanno Rt a 0.7 o 0.6 e poi non intervenire con provvedimenti ancora più drastici dove l’Rt è più alto o dove gli ospedali stanno scoppiando. In alcune aree le cose vanno male e i provvedimenti andavano presi settimane fa. C’è poca coerenza, non per colpa del Governo ma di alcuni governatori, non si può scaricare sul governo la capacità di fare o meno le zone rosse. Le Regioni dovrebbero intervenire con i sindaci e individuare a livello locale le zone dove è necessario chiudere». Ora non resta che attendere le comunicazioni ufficiale da parte del Governo per vedere cosa accadrà durante le festività natalizie. >> Altre News

Veneto Luca Zaia coronavirus

Covid, Natale: Zaia chiude i confini comunali dalle 14 dal 19 dicembre al 6 gennaio

Caso Navalny, Putin: “Non lo abbiamo avvelenato, chi ha bisogno di lui?”