in

Matteo Salvini, per il leader della Lega l’emergenza sanitaria non esiste

Un altro show travestito da gesto di protezione nei confronti degli italiani: Matteo Salvini ha usato ancora una volta l’emergenza coronavirus per attaccare il governo Conte bis. E lo ha fatto dichiarando esplicitamente che con la richiesta di proroga dello stato d’emergenza il presidente del Consiglio sta “mentendo al Paese”, perché “non c’è alcuna emergenza”. Dopo il congresso dei negazionisti in Senato, quindi, il leader della Lega continua per questa strada battuta dal rifiuto non solo verso la realtà, ma anche verso tutto quello che migliaia di persone hanno dovuto passare in questi mesi. E coglie l’ennesima occasione per trasformare una becera polemica in una vera e propria mancanza di rispetto nei confronti delle vittime, dei lavoratori e di tutti coloro che il virus lo hanno dovuto affrontare per davvero.

>>Leggi anche: Andrea Bocelli corregge il tiro dopo le polemiche: «Sono stato frainteso e vi spiego perché…»

matteo salvini contestato selvaggia lucarelli

Matteo Salvini, per il leader della Lega “l’emergenza non esiste”

Praticamente Matteo Salvini è convinto di vivere in 1984, il romanzo di George Orwell. E infatti, in Senato, durante il dibattito sulla proroga dello stato d’emergenza per il contrasto all’epidemia da coronavirus ha dichiarato che “Non c’è emergenza”. Non esiste proprio. Nello specifico, durante il suo attacco ha detto: “Volete prolungare lo stato d’Emergenza, ma siete gli unici in Europa. O non hanno capito niente tutti gli altri, o siete in malafede voi. I numeri porterebbero a supporre la seconda ipotesi. Il Professor Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale, ha detto che non si può prorogare lo stato d’emergenza senza l’emergenza, perché tale scelta sarebbe inopportuna e illegittima”. Questo, solo come premessa.

Subito dopo, infatti, è arrivato l’affondo proprio nei confronti del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “Sta mentendo al Paese, non c’è emergenza e non serve la proroga. L’emergenza c’è solo nella vostra testa, e questo è un danno per l’Italia e gli italiani”. Insomma, quando c’era da pregare si è riempito la bocca di parole e il telefonino di selfie. Ora però l’emergenza non esiste. Peccato che il fatto che i numeri possano essere considerati sotto controllo non significhi che sia il momento di mettere il punto. Soprattutto visto quanti contagi, e quante vittime, il coronavirus ancora sta facendo nel mondo.

matteo salvini

Salvini: “E’ solo nella vostra testa”

E non si è fermato lì. Matteo Salvini poi ha continuato affermando che tutto questo è confermato dai medici e da chi quella guerra l’ha combattuta sul campo, negli ospedali. “A dire il vero, temo che l’unico stato d’emergenza sia quello della maggioranza al governo, che non sa più dove sbattere la testa”. Dopo di che, per non farsi mancare nulla nella ricetta del sovranismo che è costretto a compiere ogni giorno, ha parlato anche di migranti. “Io tempo che ai vertici europei, per farsi regalare qualche prestito che forse verrà, lei abbia firmato una cambiale in bianco per tornare a trasformare l’Italia nel campo profughi che non si merita di essere. Dall’inizio dell’anno a oggi 12.533 sbarchi, contro i 3.599 dell’anno scorso nello stesso periodo di tempo. Non ritengo più che sia incapacità, ma temo che sia complicità con i trafficanti di essere umani. C’è un limite all’incapacità ed è stato ampiamente superato”, ha concluso.

Certo che ci vuole un bel coraggio per dichiarare pubblicamente certe affermazioni. Nemmeno le 35.123 vittime che il coronavirus, solo in Italia, ha causato, esistono? >>Tutte le notizie di UrbanPost

Ema Kovac

Ema Kovac Instagram mozzafiato in bikini, lato B schiacciato contro il muro: il commento di Gennaro Lillio

belen rodriguez antinolfi addio

Belen Rodriguez Antinolfi addio, è Michele Morrone la nuova fiamma dell’argentina: messaggi in codice