in

Milano, incendio in piazza San Babila: corto circuito in pieno centro

Nella tarda serata di ieri, domenica 3 aprile 2022, è scoppiato un incendio in piazza San Babila, nel pieno centro di Milano. Ad essere andato in fumo il dehors di un bar sotto i portici della piazza. Non ci sono stati feriti fortunatamente. I vigili del fuoco sono intervenuti sul posto con cinque squadre; le operazioni di spegnimento sono state complesse. Ad innescare il fuoco sarebbe stato un corto circuito in un quadro di trasformazione dell’energia elettrica dall’alta tensione.

milano incendio

Milano, incendio in piazza San Babila: corto circuito in pieno centro, cosa è successo

È andato letteralmente in fiamme la notte scorsa il dehors di un bar sotto i portici della piazza. Non ci sono feriti. I vigili del fuoco hanno lavorato fino a tarda notte. Secondo quanto ricostruito, si è visto del fumo uscire nei pressi di una delle uscite della metro vicino corso Venezia. Da lì le fiamme, attraverso cavi sotterranei, avrebbero raggiunto il dehors. La fermata della metro è stata chiusa, ma la linea ha continuato a funzionare fino alla fine delle corse. Come riferisce «Rai News» l’incendio avrebbe provocato seri danni ad alcuni sottoservizi e uno stop anche alle reti informatiche. Secondo quanto appreso, sarebbe andata in tilt parte della rete Internet, con possibili problemi per gli uffici. Alla centrale della polizia locale di piazza Beccaria, ad esempio, è andata in blocco tutta la parte informatica: gli agenti si sono visti costretti a comunicare con telefoni fissi e cellulari, mentre gli impianti di videosorveglianza son rimasti funzionanti.

milano incendio

Le possibili cause

Le indagini sono in corso, come scrive “Il Fatto Quotidiano” però “le fiamme sarebbero state provocate da un cortocircuito in un quadro di trasformazione dell’energia elettrica ad alta tensione, una cabina detta “primaria” di un locale sotterraneo”. Non sono che le prime ricostruzioni di quanto successo in pieno centro nel capoluogo lombardo. Gli accertamenti verranno fatti sia da parte di via Messina che dalla società di A2a. Da Unareti fanno sapere che non ci sono stati danni alle cabine ma l’infrastruttura è rimasta danneggiata. Leggi anche l’articolo —> Incidente a Grosseto, scontro frontale tra auto: due morti e un ferito

 

Seguici sul nostro canale Telegram

gas russo

Gas russo, dopo la strage di Bucha l’Europa pensa all’addio a Mosca: sanzioni e razionamenti

strage bucha

Strage di Bucha, diffuso il nome del comandante russo responsabile del massacro