in

Milano, ragazzo accoltellato alla fermata del bus: fermato un 19enne

Milano, ragazzo accoltellato alla fermata del bus – Ultimi aggiornamenti. All’alba di oggi, martedì 21 luglio, la Polizia di Stato ha arrestato uno dei presunti autori dell’omicidio di Antar Mouhssine, il giovane ucciso a coltellate lo scorso 7 giugno alla fermata di un autobus della linea 91 per futili motivi. In manette per l’uccisione del 28enne un ragazzo di 19 anni, che è stato individuato in un appartamento in zona San Siro. Proseguono intanto le ricerche delle Forze dell’Ordine per tentare di braccare gli altri due complici, di cui pare si siano perse le tracce.

milano ragazzo accoltellato

Milano ragazzo accoltellato alla fermata del bus: fermato un 19enne egiziano

Antar Mouhssine, ferito a morte, a giugno scorso, alla fermata di un autobus della linea 91 a Milano, tra via Nazario Sauro e via Oldofredi, sarebbe stato ucciso da un cittadino egiziano, non in regola col permesso di soggiorno, alla periferia del capoluogo lombardo. Sul 19enne pende un’accusa pesante: omicidio volontario aggravato. Stando alla polizia di Stato sarebbe stato lui a colpire mortalmente il 28enne. Le indagini condotte avrebbero portato all’egiziano, che assieme ad altri due killer avrebbe causato il decesso di Mousshine. Determinanti le riprese di numerose telecamere di sicurezza di un’ampia area del Nord milanese, come pure le testimonianze di alcune persone. Restano a piede libero gli altri due complici, anche loro ragazzi, che hanno partecipato all’aggressione, poi trasformata in omicidio. La Polizia, come riporta ‘Fanpage’, ha perquisito delle abitazioni nei quartieri Cenisio e Comasina per raccogliere ulteriori elementi utili alle indagini.

milano ragazzo accoltellato

Decisiva l’attenta analisi delle telecamere di video sorveglianza: caccia agli altri due

Secondo la ricostruzione della squadra mobile, coordinata dal procuratore aggiunto Laura Pedio e dal sostituto procuratore Cecilia Vassena, la vittima avrebbe incontrato i suoi assassini per caso. I tre giovani si sarebbero avvicinati su un autobus della linea 91. Dopo una discussione per futili motivi i tre lo avrebbero aggredito e spinto a scendere alla fermata di via Oldofredi. Una volta lasciata la corsa, i giovani avrebbero colpito il 28enne con diverse coltellate ai fianchi, poi la fuga repentina. Nessuna traccia dell’arma impiegata, di cui i tre killer di sarebbero disfatti. La vittima, portata d’urgenza all’ospedale Fatebenefratelli, è morta poco dopo il suo arrivo. La fuga dei tre aggressori è stata ripresa dalle telecamere presenti lungo la strada: immagini che si sono rivelate fondamentale per risalire, almeno per ora, all’identità di uno dei tre aggressori. leggi anche l’articolo —> Coronavirus, Alessio D’Amato: «Usate mascherina o si dovrà richiudere»

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

valentina fradegrada cantante

Valentina Fradegrada cantante, il debutto con “Sicaria”: la nuova hit alla conquista dell’estate

Zanardi

Alex Zanardi dimesso e trasferito in un centro di riabilitazione: gli ultimi aggiornamenti