in

Modena, terapia intensiva danneggiata da grandinata: era stata aperta da pochi giorni

Un’intensa grandinata si è abbattuta nel giorno di Natale sulla città di Modena, causando diversi danni al Policlinico e costringendo alla chiusura dell’hub di terapia intensiva. Realizzato per far fronte all’emergenza Covid, il reparto era stato aperto da pochi giorni e con ritardo. Il maltempo, che ha colpito l’intera provincia emiliana, ha reso necessario il trasferimento dei 22 pazienti ricoverati.

Leggi anche >> Incendio nella villa della famiglia Cordero di Montezemolo: illesi i proprietari

Modena terapia intensiva

Modena, terapia intensiva danneggiata dal maltempo: pazienti trasferiti in altre strutture

Appena messo in funzione e già colpito da seri problemi, il nuovo hub di terapia intensiva del Policlinico modenese era stato aperto da pochi giorni e con ritardi rispetto alle date previste. Gli agenti atmosferici che si sono abbattuti sulla città nella giornata di ieri, venerdì 25 dicembre 2020, hanno provocato infiltrazioni all’interno dei due moduli della terapia intensiva. Indispensabile, dunque, il trasferimento dei pazienti ivi ricoverati. “Si è reso necessario – ha fatto sapere una comunicazione diffusa nella tarda serata di Natale dall’ufficio stampa del Policlinico – il trasferimento dei 22 pazienti ricoverati che si è completato in poche ore. Le loro condizioni sono stabili e l’inconveniente non ha avuto conseguenze cliniche”.

Modena terapia intensiva

Infiltrazioni nell’intercapedine del controsoffitto: cause in corso di verifica

“Otto pazienti – ha precisato la nota del Policlinico – sono stati trasferiti all’Ospedale di Baggiovara. Gli altri nelle strutture del Policlinico già utilizzate precedentemente all’apertura dei moduli”. “Le cause dell’infiltrazione – si è dunque specificato – sono ancora in corso di verifica. L’ipotesi è che la grandinata accompagnata dal forte vento abbia determinato un temporaneo malfunzionamento dei pluviali favorendo infiltrazioni nell’intercapedine del controsoffitto. Sono in corso le verifiche tecniche, impiantistiche ed edilizie necessarie a garantire con sicurezza il ritorno nei moduli stessi”. >> Berlino sparatoria nella notte, quattro i feriti gravi: è successo nel quartiere di Kreuzberg

Dpcm Giuseppe Conte

Dpcm Giuseppe Conte, “sono acqua fresca”: la motivazione di un Tribunale di Roma

Gigi Proietti Vittorio Feltri

Gigi Proietti, Vittorio Feltri senza freni: «Non andava bene per il cinema italiano, ecco perché»