in

Nuovo monitoraggio Iss, tre Regioni sono ancora a rischio alto: i dati

Sebbene non si possa negare che oggi la pandemia e il Covid spaventino un po’ meno, qualche campanello di allarme in Italia ancora c’è, e non va ignorato. Secondo il monitoraggio settimanale pubblicato dall’Iss in collaborazione con il ministero della Salute oggi, infatti, tre Regioni sono ancora considerate a rischio alto. Intanto, però, continua a calare l’indice Rt, che si ferma sotto quota 1.

tampone rapido covid

Monitoraggio settimanale Iss del 29 aprile 2022

Nonostante un leggero aumento dell’incidenza, continuano a diminuire i pazienti ricoverati. I casi settimanali, infatti, passato da 675 ogni 100 mila della scorsa settimana (15-21 aprile) a 699 di questa (21-28 aprile). L’indice Rt, invece, si posiziona a 0,93, anche se, essendo conteggiato sui casi sintomatici, in realtà non si può dire che rifletta completamente l’andamento dei contagi complessivi. Inoltre, si abbassano anche i tassi di occupazione sia nelle terapie intensive, che passano dal 4,2% al 3,8%, che nei reparti ordinari (da 15,8% a 15,6%).

Per quanto riguarda il rilevamento dei casi, quelli che emergono attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è sostanzialmente stabile (13 % contro 12% della scorsa settimana). Lo stesso vale per quelli registrati attraverso la comparsa dei sintomi (40% contro 41%), e quella dei casi diagnosticati con attività di screening, che rimane fisso al 47%.

ARTICOLO | Covid, “via le mascherine anzi no”: oggi l’ordinanza di Speranza

ARTICOLO | Green Pass, è ancora scontro: Lega e Fdi chiedono lo stop dell’obbligo vaccinale per le categorie rimaste

covid incubazione

Tre Regioni a rischio alto

Analizzando la situazione territoriale, poi, questa settimana dodici regioni superano la soglia di allerta del 15% per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto nei reparti ordinari. In questo caso, il tasso più alto lo segnala l’Umbria, con il 31,4%. Nessuna, invece, supera il limite del 10% per il numero dei pazienti in terapia intensiva. Inoltre, l’Abruzzo è l’unica Regione che oltrepassa il valore di incidenza di 1000 casi Covid ogni 100mila abitanti, con un valore pari a 1.170. Alte, poi, le incidenze anche in Molise (949,6) e Basilicata (931,9).

Undici, tra Regioni e Province autonome, infine, sono classificate a rischio moderato, mentre le restati risultano essere a rischio basso. Un singola allerta di resilienza, però, la segnalano in totale 19 Regioni e Province autonome, e quattro ne registrano molteplici. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

gas Russia

Gas russo, report degli 007 italiani gela l’Europa: ecco il ricatto di Putin

Stefano Tacconi

Come sta oggi Stefano Tacconi, il gesto dopo la vittoria della Juve: “Segnale importante”