in

Napoli, crollo al cimitero del Pianto a Poggioreale: oltre 200 cadaveri fuori dalle bare

Nel pieno della notte si è verificato un nuovo crollo nel cimitero del Pianto a Poggioreale, Napoli. I Vigili del fuoco stanno lavorando dalle 3 di questa mattina per effettuare i primi rilievi e per accertarsi che non ci siano vittime o ferite. A causa della sfiorata tragedia hanno subìto ingenti danni parecchi loculi comuni e delle cappelle gentilizie, e oltre 200 cadaveri sono stati trovati fuori dalle bare.

Crollo nel cimitero di Poggioreale, Napoli

Ora sarà necessario capire le cause del crollo nel cimitero di Poggioreale, a Napoli, stimare i danni e sgombrare l’area dalle macerie. Tra le prime ipotesi al vaglio delle autorità c’è sicuramente il fenomeno della subsidenza, ovvero il lento e progressivo sprofondamento del suolo legato alla sfruttamento delle false acquifere. In più la causa potrebbe essere legata ai lavori della metropolitana in opera nel sottosuolo, proprio nell’area interessata dai crolli. Di fatto, i lavori potrebbero aver svuotato le falde che contribuivano a mantenere compatto il terreno.

In alternativa, un’altra spiegazione potrebbe essere quella dell’erosione generata dagli agenti atmosferici, dal tempo e sopratutto da una scarsa manutenzione. A contribuire, infine, potrebbe essere stata l’obsolescenza delle strutture: molte, infatti, sono significativamente vecchie e in cattivo stato di conservazione. >> Tutte le notizie di UrbanPost

ARTICOLO | Albino, incendio in un’abitazione: morta una donna di 70 anni

ARTICOLO | Naufragio della Concordia, parla la figlia di Schettino: “Da De Falco mi aspettavo un religioso silenzio”

Seguici sul nostro canale Telegram

variante ihu

Scoperta in Francia la variante Ihu, perché preoccupa gli esperti: cosa dicono gli studi

omicidio Varese

Omicidio Varese, Paitoni: “Ho fatto sedere mio figlio con la scusa della merenda, poi l’ho ucciso”