in

Omicidio Ciatti, arrestato in Francia uno dei ceceni accusati del pestaggio

Omicidio Ciatti – Venerdì 5 febbraio 2021. Arrestato in Francia, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, un ceceno ritenuto responsabile del pestaggio e della morte di Niccolò Ciatti in una discoteca a Lloret de Mar, in Spagna, nell’agosto del 2017. Ad emettere il mandato europeo, in base ad una ordinanza di custodia cautelare, il Gip di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica. Come ricorderete, il giovane fu massacrato di botte in discoteca l’11 agosto di quasi 4 anni fa e morì il giorno dopo.

leggi anche l’articolo —> Daniele Bariletti picchiato in discoteca come Niccolò, i genitori: “prendete il responsabile”

omicidio ciatti

Omicidio Ciatti, arrestato in Francia uno dei ceceni accusati del pestaggio

Un uomo ceceno, che avrebbe preso parte al pestaggio e all’omicidio di Niccolò Ciatti, in una discoteca a Lloret de Mar, è stato fermato in Francia in esecuzione di un mandato di arresto europeo. Le autorità locali, su attivazione dei Carabinieri del Ros, con il supporto del Servizio di cooperazione internazionale di polizia, hanno rintracciato e fermato il ceceno a Strasburgo. Nella nota del Ros si legge che “il mandato di arresto europeo è stato spiccato anche nei confronti di un secondo ceceno già ristretto in Spagna per l’omicidio del connazionale (in quanto colpito da provvedimento restrittivo delle locali autorità)”. Sempre nel comunicato c’è scritto che “le investigazioni, svolte in costante raccordo con i collaterali spagnoli, hanno consentito di acquisire solidi elementi identificativi degli autori del delitto e ricostruire appieno la dinamica dell’evento. Sono state avviate le procedure di estradizione”.

omicidio ciatti

«Erano delle bestie, non delle persone. Non si sono fermate neanche vedendolo a terra e gli hanno tirato una pedata»

Il pestaggio che ha portato alla morte di Niccolò Ciatti fu piuttosto violento. Alessandro Cattani, uno degli amici che era con lui, raccontò sconvolto: «Quando è scoppiato il finimondo, io ero poco più avanti, e Niccolò invece stava camminando dietro di qualche metro. All’improvviso tra la folla è stato spintonato da qualcuno, come succede spesso in discoteca. Niccolò si è girato per capire ed è stato colpito da uno dei giovani. Erano delle bestie, non delle persone. Non si sono fermate neanche vedendolo a terra e gli hanno tirato una pedata. È stato incredibile, sembravano matti. Gente addestrata a colpire. Senza scrupoli». Leggi anche l’articolo —> Niccolò Ciatti pestato a morte a Lloret de Mar: in libertà due dei tre aggressori

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Vaccini anti Covid-19, quali sono e come funzionano

Mario Draghi Beppe grillo

Mario Draghi, telefonata di due ore con Beppe Grillo: il M5s cambia passo