in

Pass verde nazionale, le regole per accogliere i turisti stranieri: novità su coprifuoco e campagna vaccinale

Il Governo ha formulato un piano per accogliere i turisti stranieri che entrerà in vigore dal 15 maggio. Come funziona il pass verde nazionale per viaggiare? Il Governo dovrà rivalutare questo mese anche altre misure: ad esempio se tenere o posticipare il coprifuoco alle 22. Intanto si discute su come utilizzare le ben 2 milioni di dosi di AstraZeneca che in molti si rifiutano di ricevere.

Pass verde nazionale

Pass verde nazionale: cosa cambia dal 15 maggio

Dal 15 maggio entrerà in vigore la misura che permetterà ai turisti stranieri di soggiornare in Italia. Ad oggi le regole per entrare nel nostro paese sono stringenti. Chi arriva in Italia da un paese straniero è obbligato ad effettuare un tampone. Per chi proviene da un paese europeo o dalla Gran Bretagna dovrà inoltre fare una quarantena di 5 giorni. Per coloro che provengono da fuori UE invece la quarantena è di 14 giorni. Queste misure resteranno valide fino al 15 maggio. Come cambiano le regole per gli stranieri che desiderano varcare i confini italiani? La linea è quella già indicata nel decreto attualmente in vigore per le “certificazioni verdi” che consentono agli italiani di spostarsi tra Regioni di colore diverso. Per muoversi è necessario possedere l’attestato di avvenuta vaccinazione, con entrambe le dosi e solo con i vaccini autorizzati dall’Ema, in alternativa il certificato di guarigione o un tampone con esito negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

Per le persone provenienti da alcuni paesi sarà ancora negato l’ingresso in Italia, ad esempio per il Brasile. Le regole saranno meno severe per Israele e Stati Uniti dove le vaccinazioni già effettuate sono numerose. Per uniformare modalità e durata delle certificazioni dei vari Paesi ci sarà un incontro dei ministri della Salute a livello Ue ma è già chiaro che il 15 maggio si partirà con i documenti cartacei per poi passare all’utilizzo della piattaforma tecnologica europea sulla quale verrà caricato il green pass e che verrà testata per la prima volta il 10 maggio.

ARTICOLO | Media sondaggi Termometro Politico: la Lega tocca un nuovo minimo, è al 21,9%

ARTICOLO | “La vita in diretta” Luca Barbareschi: «Non è la prima migno**a…», Matano furioso. Gelo in studio

vaccini Italia

Coprifuoco e vaccini: le novità in arrivo

Il coprifuoco è un tema ancora molto dibattuto. Il Governo è diviso da chi vorrebbe posticiparlo o addirittura toglierlo, e chi invece vorrebbe tenerlo ancora per dei mesi. Intanto la maggioranza aveva optato per una revisione della norma anti-Covid ogni due settimane. A metà maggio il Governo dovrà rivalutare se mantenere o no il limite d’orario. Intanto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia si sente fiducioso. “C’è l’intenzione di rivedere le misure sulla base dell’andamento dei contagi e sono ragionevolmente fiducioso che la misura in tempi brevi possa essere rivista favorevolmente”.

A proposito di vaccini invece bisognerà decidere come utilizzare  le oltre due milioni di dosi di AstraZeneca “chiuse” nei frigo. Dopo che molti paesi europei hanno limitato o addirittura bloccato la somministrazione di AstraZeneca, in molti rifiutano il siero anglo-svedese. In tutto il Paese sono oltre due milioni le dosi di Astrazeneca ancora nei congelatori e pronti ad essere utilizzati. Una parte deve essere destinata ai richiami che inizieranno la settimana prossima per chi è stato vaccinato a metà febbraio, ma anche esaurendo tutte le “seconde dosi” ne resterebbero fuori oltre 500mila.>>Tutte le notizie

Anna Safroncik

Anna Safroncik intrigante in lingerie, primo piano ipnotico: «Spettacolare»

decreto scuola bianchi

Decreto Scuola 2021, sanatoria per i docenti precari è in arrivo? Le dichiarazioni di Bianchi