in

Qualità e tipologie di cartucce Epson: come riconoscerle?

Epson è tra i maggiori produttori di stampanti e offre ai propri clienti una vasta gamma di cartucce, originali, compatibili o rigenerate, tra cui scegliere per mantenere al massimo le prestazioni della propria stampante.

Tuttavia, visto il sempre più ampio mercato di ricambi per stampanti, sta diventando difficile capire la differenza tra un pezzo originale e uno compatibile o rigenerato. Per questo motivo, Epson stessa, come anche altre aziende del settore, ha inserito una serie di informazioni che vengono poi stampate sia sulle stampanti che sui ricambi, in maniera tale da poter riconoscere quelli originali e distinguerli da quelli compatibili o rigenerati.

Cartucce originali Epson

L’offerta di cartucce Epson che la casa produttrice mette a disposizione dei propri clienti è davvero ampia, a cominciare dalle cartucce originali, che sono considerate tra le migliori e più affidabili in commercio, sia per la varietà che per la qualità.

In particolare, spiccano i pigmenti brillanti e la rapidità di asciugatura della stampa, ma anche i colori vibranti e le tonalità eccellenti, soprattutto per quanto riguarda il rosso e l’arancione.

Tra i principali vanti di Epson, inoltre, c’è la capacità di realizzare prodotti e ricambi originali superiori agli standard tradizionali del mercato delle stampanti, così da assicurare, nello stesso tempo, grandi prestazioni e qualità ottimale. Tutto questo, senza mai dimenticare il lato economico dell’investimento, visto che i costi delle cartucce originali Epson sono accessibili a tutte le tasche e offrono un rapporto qualità-prezzo molto concorrenziale, perché il principale obiettivo dell’azienda è quello di soddisfare ogni genere di esigenza e richiesta.

Cartucce compatibili Epson

Per quanto riguarda, invece, le cartucce compatibili, Epson è uno dei produttori più seguiti dalle aziende terze, per cui in commercio si trovano tanti modelli, ciascuno che si diversifica per qualità e prezzo.

Essendo un prodotto compatibile, non c’è un riconoscimento ufficiale da parte di Epson, per cui diventa più difficile capire se vada bene per la propria stampante, ma il mercato dei ricambi compatibili sta crescendo talmente tanto da migliorare e perfezionarsi giorno dopo giorno. In questo senso, perfino la qualità si sta allineando con quella delle cartucce originali, perché le diverse aziende specializzate nella produzione di ricambi compatibili hanno fatto del Quality Control uno dei principali fondamenti del loro lavoro.

Nonostante in rete sia ancora viva la battaglia tra chi ritiene che i ricambi originali siano assolutamente superiori a quelli compatibili, anche per quanto riguarda Epson molte di queste voci non sono vere, soprattutto quelle che ritengono addirittura dannose alla stampante le cartucce compatibili.

Cartucce rigenerate Epson

Chi utilizza tutti i giorni una stampante Epson può scegliere un ulteriore tipologia di cartucce, ovvero quelle rigenerate. Si tratta di una cartuccia compatibile, il cui processo di rigenerazione prevede un lavaggio accurato, un passaggio in centrifuga e, infine, il riempimento con nuovo inchiostro.

In pratica, scegliere una cartuccia rigenerata significa ridare vita a una cartuccia scarica, senza avere il bisogno di gettarla e smaltirla, per cui è anche una scelta ecologica, che contribuisce al risparmio delle risorse del pianeta e limita l’uso della plastica. Infine, non bisogna sottovalutare l’aspetto economico, perché comprare una cartuccia rigenerata può far risparmiare fino al 60% sul costo di un ricambio originale.

Come riconoscere e scegliere le cartucce Epson

Il modo più semplice per riconoscere se un ricambio Epson è idoneo alla propria stampante, è controllare se il numero del modello della macchina (stampato direttamente sul carrello), che è riportato anche sulla confezione della cartuccia. Tuttavia, non è sempre semplice scegliere se acquistare dei ricambi originali o compatibili, perché la qualità si è talmente livellata che risulta sempre più difficile trovare delle differenze.

In ogni caso, Epson, per rendere ancora più facile l’identificazione dei propri ricambi, ha pensato di personalizzare i package dei suoi prodotti, caratterizzandoli attraverso un’immagine che corrisponde a un modello di stampante, dalla margherita alle fragole, dal ghepardo alla volpe, dall’orso polare fino alla mela, dal gufo alla palla da golf e tanti altri simboli. In tutti i casi, sia se si decide di comprare un ricambio originale, sia quando si preferisce uno compatibile o rigenerato, la cosa più importante è scegliere un rivenditore affidabile e, soprattutto, autorizzato.

Se si è abituati a effettuare i propri acquisti presso un negozio, sarà più facile capire se una cartuccia Epson sia originale o compatibile, mentre se si compra online, bisogna fare maggiore attenzione e leggere bene le informazioni presenti sul sito e sulla scheda tecnica del prodotto.

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Luigi

riapertura ristoranti fontana

Fontana preme per la riapertura come Salvini: «Meglio 4 in un ristorante che 24 in casa»

Omicidio Bondeno oggi

Omicidio Bondeno, fermato il compagno di Rossella Placati: «Ricostruzione contraddittoria»