in

Reddito di cittadinanza, maxi operazione in 5 regioni: scoperti solo a Napoli 2.441 furbetti

Percepivano indubitatamente il reddito di cittadinanza. C’era chi aveva addirittura una Ferrari, chi era proprietario di più appartamenti, chi possedeva un autonoleggio con 27 auto o una scuola di ballo. Nella maxi operazione un calderone di furbetti che non aveva il diritto di ottenere del sussidio anti povertà. La truffa ai danni dello Stato ammonta a quasi 20 milioni di euro. Solo nel Napoletano, i beneficiari irregolari erano 2.441: tra loro anche camorristi, parcheggiatori abusivi, rapinatori, truffatori e lavoratori in nero. Anche chi ha avuto il coraggio di inventarsi di avere dei figli risultati inesistenti. Arresti anche in Puglia, Abruzzo, Molise e Basilicata.

leggi anche l’articolo —> Il Reddito di cittadinanza presto cambierà: cosa sta valutando il governo

reddito cittadinanza furbetti

Reddito di cittadinanza, maxi operazione in 5 regioni: scoperti solo a Napoli 2.441 furbetti

I furbetti del reddito di cittadinanza sono stati incastrati tra il 1° maggio e il 17 ottobre dai controlli dai Carabinieri del Comando Interregionale “Ogaden”, con giurisdizione sulle Regioni Campania, Puglia, Abruzzo, Molise e Basilicata, insieme al Comando Carabinieri Tutela del Lavoro. Le irregolarità sono state riscontrate nel 12% dei 38.450 nuclei familiari controllati per un campione di 87.198 persone. Come scrive “TgCom24” ben 1.338 percettori indebiti del reddito erano già noti alle forze di polizia per altri motivi. 90 di loro hanno condanne o precedenti per gravi reati di tipo associativo. Tra le situazioni più eclatanti quella in provincia di Avellino: un 70enne convivente con una funzionaria comunale (non indagata) che possedeva una Ferrari, numerosi immobili e terreni di proprietà. Sempre nella città campana percepiva il reddito di cittadinanza un 50enne, ritenuto il reggente del clan camorristico “Cavalese”. C’è anche chi, per beneficiare del reddito di cittadinanza, ha presentato in un ufficio postale di Castellammare di Stabia (Napoli) una carta di identità bulgara falsa e ha fatto finta di avere l’accento straniero.

reddito cittadinanza furbetti

Nell’elenco di truffatori c’è di tutto

La lista è veramente lunghissima, rasenta l’incredibile. Nell’elenco figurano truffatori di anziani, contrabbandieri di sigarette, scippatori, pusher, e lavoratori “in nero”. Tra i tanti un barista e una commessa. Finanche un finto spazzino il quale, armato di scopa, rapinava le sue vittime la mattina presto mentre si recavano al lavoro. Anche individui dal passato torbido che sono risultati imparentati con note famiglie malavitose napoletane. Leggi anche l’articolo —> Riforma fiscale e Rdc, Conte: «Noi leali a Draghi, ma non staremo zitti e buoni»

reddito cittadinanza furbetti

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Green pass eliminato, ma quando?

Covid, Costa: “Con il 90% di vaccinati possibile che obbligo green pass venga tolto”

Sudan, aereo cargo precipita dopo il decollo: morti 5 membri dell’equipaggio (Video)