in

Reddito di emergenza e reddito di cittadinanza compatibili, come calcolare quanto spetta

Nella bozza del Decreto Maggio il reddito di emergenza e il reddito di cittadinanza sono stati resi compatibili. Questo significa che chi percepiva già il secondo, potrà usufruire anche del bonus aggiuntivo che il governo ha messo a disposizione per quelle famiglie che hanno redditi molto bassi. Vediamo dettagliatamente chi può richiederlo, e quanto spetterà.

>>Leggi anche: Reddito d’emergenza, cos’è, a chi spetta, i requisiti

reddito cittadinanza spese

Reddito di emergenza e reddito di cittadinanza compatibili,

Essendoci la possibilità che alcuni possano decidere di rinunciare al RdC per preferire quello d’emergenza, che può essere più elevato, è stato deciso di renderli compatibili. Il massimo che può essere ricevuto, però, è una somma pari a 800 euro mensili e dipenderà appunto dal nucleo familiare.

Reddito di emergenza, come si calcola se si percepisce già anche il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è un’integrazione delle entrate percepite dal nucleo familiare. Questo significa che viene calcolato in base ai redditi. Con l’emergenza coronavirus, però, c’è la possibilità che queste entrate non siano state ricevute. Proprio per questo l’importo riconosciuto dovrebbe essere oggetto di revisione e per lo stesso motivo è stato scelto di integrarlo con il reddito di emergenza. Un’altra novità importante contenuta nel Decreto maggio, è che viene permesso di richiedere (per chi già percepisce il RdC) il bonus di 600€ destinato alle Partite Iva. Per quanto riguarda il reddito d’emergenza, invece, il provvedimento dispone che coloro che percepiscono un reddito di cittadinanza di importo inferiore a quello previsto dalla nuova misura, possano comunque fare domanda per ricevere un’integrazione.

Parlando di numeri, il reddito d’emergenza parte da una cifra pari a 400 euro mensili e dovrebbe essere rinnovata per tre mesi. Questa aumenta a seconda della composizione del nucleo familiare. Nel dettaglio, per calcolare l’importo va utilizzato lo stesso parametro di equivalenza previsto dal reddito di cittadinanza: +1 per il richiedente, 0,4 per ogni componente maggiorenne, +0,2 per ogni componente minorenne. Il parametro di scala non può essere superiore a 2. Considerando una famiglia composta da padre, madre e due figli minorenni, quindi, il parametro è equivalente a 1,8 e di conseguenza il reddito di emergenza sarà pari a 720 euro.

Quanto spetta in caso di Rdc

Per coloro che percepiscono già il reddito di cittadinanza, tuttavia, viene riconosciuta una cifra ridotta, solo a titolo di integrazione. In questo caso, per capire quanto spetta è necessario sottrarre dall’importo del reddito di emergenza quanto percepito a titolo di reddito di cittadinanza. Tecnicamente, se la famiglia presa come esempio in precedenza fosse già beneficiaria di un Rdc pari a 500 euro, riceverà solamente 220 euro di reddito di emergenza. Al momento, è bene ricordarlo, il Decreto di Maggio è solamente una bozza, quindi potrebbe ancora essere modificato e per tanto non è possibile presentare la richiesta di integrazione del reddito di cittadinanza con quello di emergenza. >>Tutte le news di UrbanPost

Emily Ratajkowski Instagram

Emily Ratajkowski Instagram, il video in bikini è “bollente”: «Sarà un’estate interessante!»

Come mettere in quarantena la noia