in

Regina Elisabetta discorso toccante agli Inglesi: il gesto ammirabile di William e Kate

«Vi parlo in un tempo che so essere di crescente difficoltà. Un tempo di sconvolgimento nella vita del nostro Paese che ha portato dolore ad alcuni, problemi economici a molti ed enormi cambiamenti nella vita quotidiana di tutti noi», comincia così il discorso televisivo straordinario della Regina Elisabetta II sull’emergenza Coronavirus. La sovrana, quasi 94 anni, vestita di verde speranza, ha parlato col cuore in mano alla Nazione. Un discorso memorabile quello registrato al Castello di Windsor, che resterà indubbiamente nella storia non solo degli Inglesi. Ad essersi mostrati all’altezza della situazione anche il nipote William e la consorte di questi, Kate, che in questi giorni drammatici si sono fatti carico della monarchia. Tra obblighi e doveri da assolvere, la coppia ha dimostrato di avere la stoffa per governare il Regno Unito, con buona pace di sua Maestà, a cui non sarà sfuggito un gesto dei due lodato grandemente dai media britannici.

Regina Elisabetta

Regina Elisabetta discorso toccante agli Inglesi: il gesto ammirabile di William e Kate

Il Coronavirus ha causato in Gran Bretagna oltre 3mila morti e contagiato più di 33mila persone, tra cui il primo ministro Boris Johnson e il principe Carlo. Per questo la Regina Elisabetta II ha voluto inviare un messaggio di incoraggiamento ai suoi sudditi: «Insieme stiamo affrontando l’emergenza, se restiamo uniti e risoluti vinceremo noi». Si tratta del quinto discorso eccezionale tenuto da sua Altezza in 68 anni di Regno: la prima volta il 24 febbraio del 1991 durante la Guerra del Golfo; la seconda per la morte di Lady D, datato 5 settembre 1997; il terzo nel 2002 dedicato alla Regina Madre scomparsa a 101 anni per una polmonite; l’ultimo nel 2012 per celebrare il Giubileo di Diamante, che ha segnato il 60esimo anniversario dell’ascesa al trono. Quattro minuti che hanno tenuto incollati i telespettatori di tutto il mondo: «Spero che nei prossimi anni tutti potranno essere orgogliosi di come hanno risposto a questa sfida. E coloro che verranno dopo di noi diranno che i britannici di questa generazione sono stati più forti di qualsiasi altro, che le qualità dell’autodisciplina, della cortese determinazione e della comprensione reciproca ancora caratterizzano questo Paese». Tra i tanti ad aver espresso ammirazione sui social nei confronti della sovrana il presidente degli Usa Donald Trump.

«Giorni migliori torneranno, ci incontreremo di nuovo»

La Regina ha potuto contare sul supporto anche di William e Kate, che hanno voluto sostenere Elisabetta II anche nei minuti immediatamente successivi al discorso tenuto in tv. Non hanno voluto rubarle la scena, ma starle accanto riportando attraverso i canali social dei Duchi di Cambridge (@kensingtonroyal) una parte importante del discorso: «Dovremmo consolarci del fatto che, mentre potremmo avere ancora molto da sopportare, giorni migliori torneranno. Staremo di nuovo con i nostri amici, staremo di nuovo con le nostre famiglie, ci incontreremo di nuovo». Un grande segno di rispetto, una manifestazione d’affetto e stima encomiabili.

leggi anche l’articolo —> Coronavirus, Boris Johnson ricoverato in ospedale: febbre alta e tosse non accennano a migliorare

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Elisa De Panicis Instagram

Elisa De Panicis Instagram, intrigante in topless baciata dalle onde: «Mani in alto!»

coronavirus trieste

Coronavirus Trieste, il racconto dal fronte: «Mai pensato di trovarmi in una trincea del genere»