in

Restrizioni per Natale: ipotesi del Green Pass ridotto e obbligo del tampone per i vaccinati

Restrizioni Natale 2021, quali sono le ipotesi al vaglio del governo Draghi? Secondo quanto rivelato da «Il Corriere della Sera» l’esecutivo starebbe pensando ad una riduzione della durata del Green Pass e all’introduzione dell’obbligo di tampone ai vaccinati per partecipare a feste e grandi eventi. Il premier ha convocato una riunione per il 23 dicembre a Palazzo Chigi, in cui si discuterà di tutti i provvedimenti da assumere per frenare la corsa della variante Omicron.

leggi anche l’articolo —> Quali regioni passano in zona gialla da oggi, le nuove regole: cosa non è consentito

restrizioni natali 2021

Restrizioni per Natale 2021: ipotesi del Green Pass ridotto e obbligo del tampone per i vaccinati

L’impennata dei contagi da Covid preoccupa gli ospedali. Per questo il ministro della salute Roberto Speranza ha firmato il provvedimento, in seguito al quale da oggi lunedì 20 dicembre 2021, passano in zona gialla Veneto, Liguria, Marche e Trentino. La linea del premier, nonostante la velocità con cui si sta diffondendo il Coronavirus nel nostro Paese, è sempre la stessa: mantenere aperte le attività. I provvedimenti sul tavolo di Draghi mirano a limitare i contatti tra persone nei luoghi affollati, ma non sono previsti per ora lockdown generalizzati.

Restrizioni Natale 2021

La cabina di regia prevista per il 23 dicembre

Una cabina di regia quella in programma giovedì che si preannuncia delicata: il premier deve stare attento a non spaccare la maggioranza, a fare una sintesi delle posizioni e ad attuare provvedimenti utili a frenare gli effetti della quarta ondata. Sulla scrivania dell’economista i recenti studi sui vaccini, la cui efficacia, come riferiscono gli esperti, cala dopo sei mesi dalla somministrazione. Da qui l’opzione di far passare la durata del Green Pass da 9 a 7 mesi (se non addirittura a 5). Per evitare assembramenti il premier starebbe pensando anche a dei controlli all’ingresso dei centri commerciali. Non è escluso che il governo introduca a stretto giro il Green Pass, come già sui mezzi di trasporto, dove invece potrebbe diventare obbligatorio indossare la mascherina Ffp2 e la versione “Super”. 

restrizioni natale 2021

Mascherine all’aperto e stretta sulle discoteche

Restrizioni Natale 2021, cosa dobbiamo aspettarci? Il decreto sulla certificazione verde rafforzata scadrà il 15 gennaio, ma sembra scontato che il Super Green Pass rilasciato a guariti e vaccinati, venga prorogato almeno fino al 31 marzo. Vale a dire quando scadrà lo stato di emergenza. Diversi ministri spingono per reintrodurre l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto. Una misura che però non convince il presidente del consiglio Mario Draghi, che preferisce lasciare la decisione ai sindaci e ai governatori. Ulteriori restrizioni poi per le discoteche e i locali: al momento si entra con il Green Pass rafforzato, ma nel governo si valuta l’ipotesi di imporre anche un tampone negativo già dal 27 dicembre, in vista del Capodanno. Leggi anche l’articolo —> Boom di contagi in Italia, il governo Draghi corre ai ripari: ipotesi lockdown per i no vax a Natale

restrizioni natale 2021

Seguici sul nostro canale Telegram

roma lido bloccata

Roma Lido, linea bloccata lunedì 20 dicembre: caos per i pendolari e navette sostitutive

Prestiti personali: tassi sempre più convenienti per la cessione del quinto