in

Rimini, tossicodipendente sieropositivo spruzza sangue sul volto di un infermiere

Follia a Rimini, dove un paziente sieropositivo si è scagliato contro i sanitari che lo stavano soccorrendo. E’ successo lunedì 2 agosto all’ospedale Infermi della città romagnola, presso cui il 30enne nordafricano tossicodipendente era ricoverato. L’aggressore ha ricevuto una denuncia per tentate lesioni.

rimini sieropositivo tossicodipendente

Follia all’Infermi di Rimini

E’ stato denunciato per tentate lesioni il 30enne nordafricano, positivo all’Hiv, che lunedì scorso ha schizzato il proprio sangue infetto direttamente negli occhi di un infermiere all’ospedale Infermi di Rimini. L’uomo – già noto alle forze dell’ordine e con un passato di tossicodipendenza alle spalle – era arrivato in ospedale in evidente stato di alterazione. Per questo motivo il personale del 118 aveva deciso di ricoverarlo. I sanitari gli hanno inserito un ago per la somministrazione di una soluzione liquida ed l’hanno lasciato riposare sul lettino del pronto soccorso. Stando a quanto riporta la stampa locale, il trentenne si sarebbe improvvisamente ripreso, dando segnali di nervosismo e cominciando a vagare lungo una corsia del reparto di Pronto Soccorso. In un raptus di follia, si è tolto l’ago dal braccio e, pronunciando parole incomprensibili, ha fatto schizzare il suo sangue verso il volto dell’infermiere che stava camminando lungo il corridoio del reparto.

Sieropositivo aggredisce infermiere a Rimini

Il colleghi dell’infermiere sono intervenuti in suo soccorso e hanno messo l’aggressore in condizioni di non nuocere. L’operatore si è rivolto agli agenti del posto fisso di Polizia dell’ospedale. L’infermiere è stato sottoposto dai medici del nosocomio ad una profilassi anti-Hiv, in attesa di ulteriori accertamenti.

Miriam Sylla capitana Nazionale femminile

Miriam Sylla: vita e carriera della capitana della nazionale di pallavolo

pregliasco

Boom di contagi in Israele, Pregliasco: «Un film che sarà anche il nostro»