in

Alessia Logli a Quarto Grado difende il padre, e su Sara Calzolaio: «Se starà tutta la vita con me? Sì»

Caso Roberta Ragusa news a Quarto Grado: ospite in studio di Gianluigi Nuzzi, venerdì 17 gennaio 2020, Alessia Logli, la figlia della donna scomparsa la notte a cavallo fra il 13 e 14 gennaio 2012, da Gello di San Giuliano Terme (Pisa) e mai ritrovata. Proprio l’assenza del corpo della madre porta la la giovane Alessia e suo fratello Daniele a sperare che la mamma sia ancora in vita.

Non solo, l’assenza della prova regina che provi l’omicidio (il corpo di Roberta, mai rinvenuto), ha convinto i due fratelli che il loro padre Antonio Logli non abbia fatto del male alla moglie e che sia stato ingiustamente condannato per il suo omicidio. Occhi alla telecamera, infatti, su invito del conduttore Alessia ha ribadito di non avere ricevuto alcuna pressione psicologica in questi anni – come invece in tanti ipotizzano, manifestando questo pensiero via social durante le dirette del programma – e di aver formulato in maniera autonoma il suo personale punto di vista relativamente alla tragedia che ha colpito la sua famiglia, incentrato sulla certezza che suo padre sia innocente.

caso roberta ragusa news quarto grado

Antonio Logli su Roberta Ragusa: “Per me è segregata da qualche parte”

È stata poi mandata in onda una intervista esclusiva rilasciata da Logli a Quarto Grado poco prima che venisse emessa la sentenza della Cassazione, dopo la quale è stato tradotto in carcere. L’uomo parlava così del suo matrimonio “Io e Roberta stavamo insieme solo per i figli, non c’era niente tra noi, né da parte mia nei suoi confronti, né sua nei miei”, confermando tuttavia il loro rispetto reciproco. “Per me è segregata da qualche parte … se si fosse suicidata l’avrebbero trovata […] Io non sono stato mai geloso, lei poteva andare dove voleva ed aveva l’abitudine di enfatizzare ogni avvenimento all’ennesima potenza… ”. La stessa Alessia interpellata in merito ha confermato davanti le telecamere di non ricordare di avere mai assistito a violenti litigi tra i genitori, ma solo a discussioni ‘normalissime’ ascrivibili alla quotidianità tipica di ogni famiglia.

antonio logli news

Alessia Logli su Sara Calzolaio: Se farà per sempre parte della mia vita? Sì…”.

Quando è scomparsa Roberta, Logli la tradiva da 8 anni con la baby sitter dei suoi figli, Sara Calzolaio, da allora e ancor oggi compagna ufficiale dell’uomo. Ciò però non fa necessariamente di lui un feroce assassino capace di togliere la vita alla madre dei suoi figli e di distruggerne il corpo (lo dicono tre sentenze), questo il pensiero di Alessia: “Il tradimento è sbagliato in qualsiasi circostanza – ha dichiarato la ragazza in trasmissione – ma non penso che da questo si possa giudicare una persona per altre azioni (l’omicidio di Roberta ndr). Papà è affezionato ancora a mia mamma …. Alessia non sa cosa pensare, non ha idea di cosa sia capitato alla sua mamma ma esclude che suo padre – “È mio babbo e gli voglio bene, io ho il mio pensiero al riguardo e coincide con il suo” – le abbia fatto del male. “Io spero che lei stia bene, non so dove sia, se lo sapessi sarei già da lei…”. Sapere che suo padre Antonio Logli per la giustizia italiana è colpevole di un così grave delitto “non mi fa nessun effetto, perché io non lo credo. Le persone che mi vogliono bene non si sono mai allontanate e mi danno supporto. La famiglia e il mio fidanzato…”. Fa parte della famiglia, per Alessia e Daniele, anche Sara Calzolaio, con la quale vivono: “Tra me e lei ci son litigate normali ma le voglio un gran bene. In casa c’è tristezza, babbo manca a tutti. Se Sara farà per sempre parte della mia vita? Sì, se è la scelta di babbo…”.

Sara Calzolaio news
Sara Calzolaio

 

“Loris Gozi credo che abbia mentito”: Alessia Logli difende suo padre a spada tratta

Nuzzi ha fatto ad Alessia Logli anche un’altra spinosa domanda che riguarda Loris Gozi, il super testimone ritenuto attendibile dai giudici, che con le sue parole ha letteralmente inchiodato Logli contribuendo alla condanna dell’uomo a 20 anni di reclusione per omicidio volontario e distruzione di cadavere. Alessia al riguardo non ha dubbi: “Se lo odio? Questo sentimento non mi appartiene … ha fatto la sua scelta e avrà avuto i suoi motivi … Credo che abbia mentito”. L’uomo, vicino di casa dei Logli, ha sempre detto di aver riconosciuto Antonio, intorno alla mezzanotte del 12 gennaio 2012, mentre strattonava una donna, che urlava, costringendola ad entrare in auto. Logli invece ha sempre sostenuto di trovarsi a letto a quell’ora e di non essersi accorto che la moglie fosse uscita di casa “in pigiama”.

roberta ragusa news processo

Potrebbe interessarti anche: Antonio Logli news, a Quarto Grado l’investigatore che lo intercettò: cosa ha rivelato

Benedetta Mazza Instagram, sirena giunonica in piscina: «Ah ‘Mazza’ che bomba!»

edicole in crisi

Edicole in crisi: «Non è vero che i giornali non si vendono, la verità è un’altra»