in

Roberto Benigni Sanremo 2020: lutto per l’attore a poche ore dalla performance all’Ariston

«A Roberto Benigni io non chiedo né di cosa parlerà né quanto parlerà. Però il suo intervento potrebbe durare intorno ai 40 minuti, ma non lo so con certezza», con queste parole Amadeus ha risposto ai giornalisti in conferenza stampa, che gli ponevano domande sull’ospitata di Roberto Benigni, che stasera, giovedì 6 febbraio 2020, sarà al Festival di Sanremo, che ieri ha raggiunto il 53% di share. «Gli ho chiesto solo come volevamo coordinarci per l’ingresso, quindi io lo accoglierò e poi dopo poco andrò via per lasciare posto ad una cosa che, mi ha detto, mi piacerà perché a che fare con l’amore. Roberto farà una cosa destinata a rimanere», ha affermato poi il conduttore, che non ha speso una parola sul presunto cachet da capogiro per il premio Oscar de La vita è bella.

Roberto Benigni

Sanremo 2020, lutto per Roberto Benigni a poche ore dalla performance all’Ariston

Sulla cifra di 300.000 euro, circolata in queste ore, è intervenuto il direttore di Rai1, Stefano Coletta: «Siete sicuri che le cifre circolate siano veritiere? Io vi posso solo dire che sono state fatte scelte congrue, di mercato», ha detto sicuro ai giornalisti. Dell’ospitata di Benigni a Sanremo 2020 si era vociferato già alla fine del 2019. La notizia è stata poi confermata a metà dicembre durante una puntata di Che tempo che fa. A Fabio Fazio l’attore e regista aveva detto: «Quando mi dicono Sanremo per me è come dire Pinocchio, è una favola, è il 70esimo anniversario, è la festa degli italiani più bella, è veramente una favola! Sarà un Sanremo straordinario!». Che dunque il suo intervento prenda il via proprio dal film di Garrone, tratto dal classico per ragazzi di Carlo Collodi? Difficile fare dei pronostici, visto le reticenze dello stesso direttore artistico. Quel che è certo è che Roberto Benigni parteciperà alla kermesse canora con un lutto nel cuore.

Roberto benigni

Addio a Gianni Minervini, produttore del film ‘Berlinguer ti voglio bene’

Come scrive Libero Quotidiano a poche ore dal suo debutto nella terza serata di Sanremo 2020, quella dei duetti, è arrivata la notizia della morte di Gianni Minervini, produttore del primo film di Roberto Benigni, Berlinguer ti voglio bene. Nato nel 1928 Minervini ha fondato la AMA Film in società con Antonio e Pupi Avati, arrivando a vincere l’Oscar come miglior film straniero con Mediterraneo nel 1991. «È stato un compagno di lavoro ideale. Abbiamo vissuto insieme, nella società di produzione anni bellissimi della nostra vicenda professionale e umana!», ha detto all’Adnkronos Pupi Avati commentando la scomparsa del noto produttore.

leggi anche l’articolo —> Roberto Benigni, Nicoletta Braschi: «L’amore scoppiò al cinema e tra i libri di Borges»

Melita Toniolo Instagram, intrigante in bikini: «Che sorriso spettacolare!»

Baby K Instagram

Baby K compleanno, foto piccante su Instagram: mini vestito argentato e rossetto rosso