in

Roma blitz antidroga, arrestati i fratelli Bianchi: erano già in carcere per l’omicidio di Willy

Un’operazione antidroga dei Carabinieri ai Castelli Romani ha portato a sei arresti. Tra i destinatari del provvedimento i fratelli Bianchi, attualmente in carcere perché indagati per l’omicidio del giovane Willy Duarte Monteiro, avvenuto a Colleferro il 6 settembre. Come riporta l’Ansa: “Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Velletri avrebbero accertato l’esistenza di un sodalizio dedito allo spaccio di stupefacenti nell’area di Velletri, Lariano, Artena e comuni limitrofi, ricorrendo ad azioni violente e minacce per intimorire gli assuntori ‘insolventi’ e obbligarli a pagare”.

leggi anche l’articolo —> Omicidio Willy Monteiro Duarte, autopsia parla chiaro: «Il cuore spaccato dalle botte ricevute»

fratelli bianchi

Roma blitz antidroga, arrestati i fratelli Bianchi: erano già in carcere per l’omicidio di Willy

Marco e Gabriele Bianchi sono accusati, a vario titolo, di detenzione, spaccio di sostanze stupefacenti e di tentata estorsione. I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo in queste ore un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Velletri, su richiesta della locale Procura, nei confronti loro e di altre 4 persone. Secondo quanto riferisce l’Adnkronos sarebbe stato individuato un sodalizio dedito allo spaccio di droga nell’area di Velletri, Lariano, Artena e Comuni limitrofi. Il modus operandi sempre lo stesso: gli indagati ricorrevano abitualmente ad azioni violente per spaventare i ‘clienti’ che avevano debiti. Minacce per costringerli a pagare i compensi pattuiti per l’acquisto della droga.

fratelli bianchi

La ricostruzione fatta dall’accusa: come è stato ucciso Willy

I fratelli Bianchi sono stati arrestati mesi fa perché accusati di aver ucciso, assieme a Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, Willy Monteiro Duarte. Un omicidio avvenuto a seguito di un litigio per questioni futili. Il brutale pestaggio è costato la vita al giovane, che come rivelato dall’autopsia, è morto per più lesioni interne. Alla rissa, in un secondo momento, si sarebbero aggiunti i lottatori esperti, professionisti della MMA, Marco e Gabriele, che sono corsi in piazza Oberdan, a bordo del loro Suv. Questa la ricostruzione fatta dall’accusa: Willy era soltanto intervenuto per aiutare un amico in difficoltà ed è stato massacrato a calci e pugni. Leggi anche l’articolo —> Willy Monteiro, i fratelli Bianchi a Rebibbia: «Ma ora saremo costretti a bere acqua dal rubinetto?»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Il governo ha trovato l’intesa sul Mes, ma la maggioranza resta in bilico

matteo salvini francesca verdini

Matteo Salvini e Francesca Verdini romantici a Rieti: il leader della Lega si tuffa sul cibo