in

Saronno, addio alla prof. Cinzia Ricchiuti: l’ultima lezione dal letto dell’ospedale

Insegnare è toccare una vita per sempre. Già, proprio così. Lo provano i tanti messaggi di affetto di alunni e allievi in basso al post su Facebook, con cui l’Istituto Tecnico Industriale Statale Giulio Riva, di via Carso, a Saronno, ha detto addio alla professoressa Cinzia Ricchiuti. L’insegnante è morta dopo aver lottato contro lunga malattia. «Buon viaggio amica, prof. Cinzia. Aver camminato con te e condiviso un tratto del nostro sentiero ci ha reso persone migliori. Mai dimenticheremo», si legge nel messaggio straziante. Altrettanto toccante l’iniziativa dedicata alla docente che sta facendo il giro del web.

Cinzia Ricchiuti

Saronno, addio alla prof. Cinzia Ricchiuti: l’ultima lezione dal letto dell’ospedale

La professoressa, con una laurea alla Statale di Milano, insegnava chimica da circa 20 anni in quella scuola di Saronno e oggi i suoi studenti, i colleghi e gli amici le rendono omaggio sui social. In tanti hanno aderito all’iniziativa di mettere come foto del proprio profilo un cuore fatto con formule chimiche, la vera passione della docente. A partecipare anche il profilo ufficiale della scuola. «Simpatica, allegra, preparata e disponibile», con questi aggettivi la descrivono suoi ex studenti. «Una donna, una docente senza eguali, che, in questo periodo così difficile, ha tenuto la sua ultima lezione dal letto dell’ospedale», la testimonianza degli alunni della terza. Ed è commovente che una sua allieva le abbia dedicato, come riporta ‘Milano Today’ una poesia di Coelho: «Cara professoressa, questi giorni ci hanno dato molto da pensare e poco fa ascoltando una poesia di Paulo Coelho ho pensato tanto a lei e volevo dedicargliene un pezzettino nella speranza di farla sorridere ogni volta che vorrà rileggere queste parole».

Cinzia Ricchiuti

Un’alunna le ha dedicato la poesia di Coehlo

“Le persone vengono nella tua vita per una ragione. Per una stagione o tutta la vita. Quando saprai perché, saprai cosa fare con quella persona. Quando qualcuno è nella tua vita per una ragione, di solito è per soddisfare un bisogno che hai espresso. Sono venuti per assisterti attraverso una difficoltà, per darti consigli e supporto, per aiutarti fisicamente, emotivamente e spiritualmente. Possono sembrare come un dono del cielo e lo sono. Loro sono lì per il motivo per cui tu hai bisogno che ci siano. Quindi, senza nessuno sbaglio da parte tua o in un momento meno opportuno, questa persona dirà o farà qualcosa per portare la relazione ad una fine. Qualche volta loro muoiono. Qualche volta se ne vanno. Qualche volta si comportano male e ti costringono a prendere una decisione. Ciò che dobbiamo capire è che il nostro bisogno è stato soddisfatto, il nostro desiderio realizzato, il loro lavoro è finito. La tua preghiera ha avuto una risposta e ora è il momento di andare avanti. Alcune persone vengono nella nostra vita per una stagione, perché è arrivato il tuo momento di condividere, crescere ed imparare. Loro ti portano un’esperienza di pace o ti fa semplicemente ridere. Possono insegnarti qualcosa che non hai mai fatto. Di solito ti danno un incredibile quantità di gioia. Credici, è vero”. leggi anche l’articolo —> Catania, anziano malato oncologico chiede di vedere il mare: i volontari lo accontentano

 

jane alexander

Jane Alexander Instagram, senza veli con un paio d’ali sul set: «Ci credo che si sudava…»

Silvia Romano, cocci di vetro contro la finestra di casa: la scientifica indaga