in

“Schumacher”, su Netflix il documentario sulla vita del campione

15 settembre 2021: esce oggi su Netflix il documentario sul pilota di Formula Uno Michael Schumacher. Uno sguardo sulla vita pubblica e professionale del campione, accompagnata per la prima volta da una serie di racconti sulla vita privata di Schumi, sempre tenuta lontana dai riflettori. Strazianti le dichiarazioni della moglie Corinna, che rivela alcuni retroscena su quello sfortunato 29 dicembre 2013.

Schumacher come sta

Il documentario su Schumacher

“Schumacher” è l’unico ritratto del pilota che sia stato supportato dalla sua stessa famiglia. In questo modo i fan potranno gettare uno sguardo anche sulla sua vita privata, che per molti anni è stata gelosamente tenuta separata da quella pubblica. Elementi che sono esplorati attraverso immagini di repertorio e interviste realizzate ad hoc o recuperate negli archivi. Nel documentario ci sono interviste anche ai figli Gina Maria (24 anni), Mick (22 anni, oggi in F1) e al fratello Ralf, oltre che alla moglie Corinna. Oltre a quelle ai suoi famigliari, ce ne sono con Jean Todt, Bernie Ecclestone, Sebastian Vettel, Mika Hakkinen, Damon Hill, Flavio Briatore, David Coulthard, Willi Weber, Luca di Montezemolo, Piero Ferrari e molti altri. (continua a leggere).

Le dichiarazioni della moglie Corinna

Colpiscono le rivelazioni di Corinna su quel giorno, tristemente ricordato, in cui Michael cadde su uno sperone di roccia sommerso da neve fresca, mentre sciava. “Il giorno dell’incidente Michael non era convinto dello stato delle piste a Meribel. Mi disse che la neve non era ottimale e che avremmo potuto cambiare meta e andare a Dubai a fare skydiving”, sono le parole di Corinna. “Non ho mai incolpato Dio per quel che è successo. Si è trattato di sfortuna. Nella vita non si può avere più sfortuna di così. Michael mi manca tutti i giorni, manca ai nostri figli, manca alla famiglia tutta, a suo padre, a quelli che gli vogliono bene”.

“Schumacher”, la serie Netflix

La regia di “Schumacher” è stata firmata a sei mani da Hanns-Bruno Kammertons, Vanessa Nocker e Michael Wech, tutti e tre con un passato da documentaristi. “Schumacher” dura 1 ora e 52 minuti e Netflix lo pubblica all’interno del proprio catalogo di contenuti in streaming il 15 settembre, lasciando ad abbonate e abbonati la facoltà di scegliere come e quando vederlo. >> Schumacher, ultime notizie dalla moglie Corinna: «Il mio Michael è diverso, ma c’è», come sta il campione

prezzi benzina gasolio oggi

Caro carburanti, nuovi rialzi per benzina e gasolio: i prezzi medi oggi

rivolta nel carcere di melfi arresti

Rivolta nel carcere di Melfi del 2020, la procura di Potenza indaga 44 persone