in

Scuola, De Luca: «Aprire così è irresponsabile, proroga a dopo le elezioni»

Scuola, De Luca ultime dichiarazioni – 5 settembre 2020. «Questo non è un paese serio, ma un circo equestre. Si è concentrata in una settimana l’apertura delle scuole, l’apertura dei seggi e anche il via al campionato di calcio. Non ci sono parole per il livello di dilettantismo che abbiamo riscontrato in questi mesi», così il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, questa mattina, in visita a Vallo della Lucania (Salerno). «Lunedì decideremo la proroga dell’apertura dell’anno scolastico a dopo le elezioni, perché in queste condizioni è assolutamente irresponsabile. Il governo e tutte le forze politiche dovrebbero chiedere scusa, perché tutti erano d’accordo, tranne me, a far coincidere l’apertura dell’anno scolastico con il voto delle regionali e del referendum. Un atto di demenzialità, la Campania è l’unica che aveva detto di no», ha sottolineato.

leggi anche l’articolo —> Riapertura scuole, quali sono le Regioni in cui forse la campanella non suonerà il 14 settembre

scuola De Luca

Scuola, Vincenzo De Luca: «Aprire così è irresponsabile, proroga a dopo le elezioni»

«A 10 giorni dall’apertura teorica dell’anno scolastico non sappiamo su quanti docenti possiamo contare, non sappiamo quanti sono ad oggi gli insegnanti di sostegno. Non sappiamo quanta parte dei banchi singoli è arrivata sul territorio regionale, non abbiamo ancora fatto i contratti di servizio integrativi per il trasporto scolastico. Lunedì decideremo la proroga anche per raccogliere la sollecitazione che ci è arrivata dai sindaci, che hanno la necessità di respirare», ha proseguito preoccupato il presidente della Campania. Poi ha aggiunto: «Oggi pomeriggio abbiamo la convocazione di tutti i direttori generali a Napoli. Dobbiamo affrontare un’emergenza straordinaria: l’apertura dell’anno scolastico. La struttura sanitaria regionale è già sovraccarica perché abbiamo deciso, unica Regione d’Italia, di rendere obbligatori i controlli per chi viene dall’estero e dalla Sardegna. Questo ha sovraccaricato… Oggi, infatti, abbiamo un trend di 6mila tamponi al giorno e così i tempi di lavorazione dei tamponi sono diventati troppo lunghi per l’apertura dell’anno scolastico», ha spiegato Vincenzo De Luca.

Vincenzo de luca

«Lunedì decideremo la proroga anche per raccogliere la sollecitazione che ci è arrivata dai sindaci»

«Stanotte con la task force regionale abbiamo deciso di mettere in piedi un piano straordinario per i tamponi di 3 mesi, per coinvolgere tutte le strutture pubbliche ma anche private per la lavorazione dei tamponi, per avere il risultato nell’arco di 6 ore, massimo 24», ha concluso il governatore. Leggi anche l’articolo —> De Luca e il video di “auguri affettuosi” a Flavio Briatore: «Si sta curando la prostatite ai polmoni»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Federica Panicucci

Federica Panicucci Instagram, la foto ai tempi del Festivalbar: com’era la conduttrice

Antonella Mosetti

Antonella Mosetti Instagram stupenda, scollatura ipnotica: «Sempre la nostra regina»