in

Ultimi sondaggi politici: crolla il Movimento 5 Stelle, mentre tutti gli altri crescono

Mentre quasi tutti i partiti riescono a guadagnare in termini di consensi, questa settimana il Movimento 5 Stelle perde lo 0,8% delle intenzioni di voto. Un vero e proprio crollo. Ad aumentare, negli ultimi sette giorni, c’è anche la Lega, dopo mesi e mesi passati a contare le preferenze perse. Lo dimostrano gli ultimi sondaggi politici di oggi realizzati da Swg per il Tg di La7.

sondaggi politici oggi

Sondaggi politici oggi, le percentuali

Ecco le percentuali che, secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi, i partiti raccoglierebbero se i cittadini fossero chiamati a votare:

  • Lega: 21,3%
  • Partito Democratico: 19,5%
  • Fratelli D’Italia: 19,1%
  • Movimento 5 Stelle: 17%
  • Forza Italia: 6,7%
  • Azione: 3,7%
  • Sinistra Italiana: 3,5%
  • Italia Viva: 1,8%
  • Verdi: 1,8%
  • +Europa: 1,7%
  • MDP/Art. 1: 1,6%
  • Cambiamo!: 1%

Come si può vedere dai dati, la Lega è tornata leggermente a crescere. Questa settimana, infatti, guadagna lo 0,4% e si aggiudica così il primo posto con il 21,3% delle intenzioni di voto. Si conferma secondo poi il Partito Democratico, che a sua volta cresce dello 0,5% e si posiziona con il 19,5% delle preferenze. Subito dopo, sempre più vicino, troviamo Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni con il 19,1% (+0,4). A calare, invece, questa settimana è il Movimento 5 Stelle: i pentastellati perdono lo 0,8% e si bloccano al 17% delle intenzioni di voto. A giocare in suo sfavore, probabilmente, sono i continui dissidi interni e la rottura con l’associazione Rousseau. Si posiziona poi Forza Italia di Silvio Berlusconi, che con +0,1% arriva al 6,7% totale delle preferenze. Sopra la soglia di sbarramento, inoltre, troviamo Azione con il 3,7% (+0,2%) e Sinistra Italiana con il 3,5% (0,1%).

Tra i più piccoli, infine, ci sono Italia Viva con l’1,7% (+0,1%), i Verdi con l’1,8% (-0,3%), +Europa con l’1,7% (-0,3%), MDP/Art. 1 con l’1,6% (+0,1%) e Cambiamo con l’1%.

ARTICOLO | Indice Rt, riaperture e coprifuoco: quali saranno i nuovi criteri per decidere le fasce di rischio

ARTICOLO | Sileri: “A giugno anche l’Italia sarà come la Gran Bretagna, bisogna avere ancora pazienza”

Salvini lascia il governo draghi

Sondaggi politici oggi, lo scenario

Le percentuali si stanno alzando un po’ per tutti i partiti della maggioranza forse anche perché questi, in particolare tramite la voce delle Regioni, stanno chiedendo maggiori aperture. Mentre il governo, e più nello specifico il ministro Speranza, ancora sembrano voler temporeggiare. In prima fila nella lotta alla ripartenza sicuramente troviamo Matteo Salvini, che non solo rivendica le riaperture stabilite fino adesso, ma probabilmente la settimana prossima riuscirà a portare a casa un’altra vittoria: lo slittamento del coprifuoco. Non è chiaro ancora di quanto sarà il cambiamento, secondo i retroscena l’ipotesi più probabile è che verrà spostato alle 23.

In ogni caso, in questi giorni è atteso il nuovo decreto sulle misure anti contagio, che dovrebbe definire, e magari accelerare, anche le altre ripartenze, come quelle dei ristoranti e dei bar che non dispongono di spazi all’aperto. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Isola Fariba Tehrani

“Isola”, panico per Fariba Tehrani: Ilary Blasy costretta a fermare la prova

nicolò zenga

Nicolò Zenga, età, lavoro, vita privata e fidanzata: tutto sul figlio di Walter