in

Contagi in aumento, Speranza valuta nuove restrizioni: «Green pass è fondamentale, resta»

Il governo Draghi pare sia pronto ad un nuovo stato di emergenza se ce ne sarà la necessità. Con la curva dei contagi in rialzo il Green Pass «è fondamentale». Parimenti non possiamo rinunciare alle mascherine, dispositivi anti contagio che abbiamo usato tutti in questi lunghi mesi. Da dicembre via alle vaccinazioni dei bambini sopra i 6 anni. Di tutto questo ha parlato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto a «Mezz’ ora in più» su Rai3. Nuove restrizioni dunque in caso di impennata dei casi da Covid-19? Speranza non intende abbandonare la linea del rigore.

leggi anche l’articolo —> Vaccino, quando ci sarà la terza dose e quanto durerà il Green pass: Faq aggiornate

speranza nuove restrizioni

Contagi in aumento, Speranza valuta nuove restrizioni: «Green pass è fondamentale, resta»

L’ultimo rapporto dell’Iss riferisce che nella popolazione compresa tra 0 e 19 anni «il 47% dei casi è stato diagnosticato nella fascia d’età 6-11 anni, il 33% tra 12 e 19 e solo il 13% e il 7% è stato diagnosticato, rispettivamente, tra i 3 e i 5 anni e sotto i 3 anni. In totale, nell’ultima settimana, il 24% dei casi sono stati diagnosticati nella popolazione di età inferiore a 20 anni». Da qui la considerazione di Speranza: «Il vaccino anti-Covid trai 5 e i 12 anni è in corso di valutazione presso l’Ema. Il nostro auspicio è che si esprima entro dicembre, dopo di ciò si potrà procedere in questa direzione. Proteggere dal virus anche i più piccoli ci consente di mettere la curva sotto controllo». Qualche parola poi sulla proroga dello stato d’emergenza: «Sono scelte che abbiamo deciso come governo di fare sempre nel momento precedente la scadenza. Lo abbiamo imparato, è troppo presto per poter dire oggi cosa faremo. Quello che è chiaro è che ci baseremo, come sempre, sull’evidenza scientifica», le considerazioni del ministro della Salute.

speranza nuove restrizioni

La rabbia di Giorgia Meloni: «Non sarebbe più onesto ammettere gli errori?»

«Se sarà necessario prorogarlo lo faremo senza timore», la frase di Speranza, che però ha fatto tremare più di qualcuno e ha scosso la stessa Giorgia Meloni, leader di Fratelli di Italia. «Il ministro della Salute Roberto Speranza getta via la maschera e paventa l’ipotesi di una nuova proroga dello stato di emergenza. Il “governo dei migliori” ci aveva garantito che con il green pass gli italiani avrebbero riacquistato la libertà. Noi di Fratelli D’Italia, che abbiamo sempre sostenuto l’inefficacia del pass vaccinale per contrastare il contagio, siamo stati etichettati come “no vax”. Oggi Speranza ci fa saper che i se contagi continuano a salire, nonostante il green pass, sarà prorogato lo stato di emergenza. Caro Speranza non sarebbe più onesto ammettere gli errori?». Leggi anche l’articolo —> No green pass, protesta choc a Novara: “Come Auschwitz”, cittadini irritati

speranza nuove restrizioni

 

Seguici sul nostro canale Telegram

draghi g20 roma

G20 Roma, cosa si è deciso sul clima. Draghi: «Abbiamo riempito di sostanza le parole»

incidente Laterza

Incidente a Laterza, scontro tra due auto: un morto e cinque feriti