in

Covid, Natale: governo verso il sì agli spostamenti tra piccoli Comuni

La deroga alle restrizioni sugli spostamenti per Natale ci sarà. Ma non sarà un “liberi tutti”. Il governo sta ancora valutando l’allentamento per le feste di fine anno, ma al contempo valuta anche una possibile chiusura dei ristoranti a Natale. Le ipotesi ancora allo studio oggi sono tre.

>> Fuga da Milano: folla in aeroporto e stazioni nelle settimane prima di Natale

spostamenti tra comuni

Spostamenti tra Comuni: scontri in Parlamento

La linea rigorista all’interno del governo continua a prevalere, per questo si pensa di consentire gli spostamenti tra Comuni solo nei casi di realtà molto piccole. Il limite che definisce un Comune “piccolo” è 15.000 abitanti. E allo stesso tempo, per rimediare a questo allentamento, si torna a discutere se compensare il provvedimento con qualche chiusura, ritornando alla serrata nei giorni di festa anche all’ora di pranzo per i ristoranti. Mentre i ministri Boccia e Speranza si dicono “contrarissimi” all’allentamento, il centrodestra continua a spingere per avere spostamenti liberi non solo a Natale, ma anche per il giorno di Santo Stefano e per il primo giorno del 2021. Ma anche Italia Viva chiede un allentamento delle restrizioni per i giorni di festa. Sotto queste numerose pressioni il premier Giuseppe Conte si è impegnato a modificare il Dpcm del 4 dicembre.

A rendere tangibile e reale il rischio degli spostamenti per i festeggiamenti natalizi è il boom di prenotazioni per treni e aerei, concentrati tra il 19 e il 20 dicembre. La risalita della curva epidemiologica è minacciato anche dagli assembramenti nelle vie dello shopping nelle grandi città, che si sono visti con l’allentamento delle restrizioni e il passaggio delle regioni a zone gialle o arancioni. Per questo motivo, i capi delegazione chiederanno di valutare anche un provvedimento compensativo, ovvero la chiusura dei ristoranti a pranzo proprio nei giorni in cui si potrà uscire dal proprio Comune. La misura avrà probabilmente l’effetto di rinfocolare le polemiche. Non è quindi escluso che alla fine la proposta del governo sia di eliminare il divieto solo per il giorno di Natale in modo da limitare comunque i trasferimenti da un luogo all’altro.

Conte e Speranza

Le tre ipotesi

Entro la serata di oggi, domenica 13 dicembre, il governo dovrebbe prendere una decisione. Sul tavolo, le opzioni per regolare gli spostamenti sono tre. Spostamento tra Comuni confinanti, spostamento verso Comuni con 5.000 abitanti, oppure lo spostamento in ambito provinciale. >> Tutte le news 

Santa Lucia: storia della festa del 13 dicembre e perché si festeggia

Paolo Rossi moglie

Simonetta Rizzato ricorda la sua storia con Paolo Rossi: «Fu un colpo di fulmine»