in

Terremoto in Emilia-Romagna: 11 scosse tra Parma e Reggio Emilia

Terremoto oggi in Emilia-Romagna. Undici scosse all’alba, tutte con epicentro tra le province di Reggio Emilia e Parma, destano preoccupazione oggi e portano il ricordo al tragico maggio di otto anni fa, quando la pianura padano-emiliana fu sconvolta da due forti terremoti. Per fortuna gli eventi sismici registrati finora, gli 11 di cui parliamo, sono tutti di lieve o media intensità, con magnitudo inferiore a 3 gradi della scala Richter. Ma la frequenza degli eventi non lascia tranquilli, si tratta di diverse scosse nel giro di poche ore. Ne illustriamo i dettagli e cerchiamo di capire cosa dicono gli esperti dell’Ingv.

>> Le notizie sui terremoti in Italia

terremoto oggi in Emilia Romagna

Il terremoto oggi in Emilia-Romagna tra Parma e Reggio Emilia

Come abbiamo detto, dalle prime ore di oggi sabato 2 maggio 2020, si sono verificate diverse scosse di terremoto in Emilia-Romagna. Sono state tutte localizzate nella fascia di pianura e nelle prime colline delle province di Parma e Reggio Emilia. Le avvisaglie si erano avute già nella serata di ieri, quando la terra aveva tremato attorno alle 20 a Montecchio Emilia (RE), di magnitudo 2.0. Poi alle 22 circa una scossa della stessa intensità a Cavriago, sempre nel reggiano. Gli ipocentri, cioè la profondità delle due scosse, sono molto superficiali, solo un paio di chilometri sotto la superficie e per questo i terremoti sono stati percepiti anche se in un’area limitata.

Alle 1:54 nuova scossa a Montechiarugolo, nella vicina provincia di Parma, magnitudo 2.2. Poi una pausa fino alle 6:50 del mattino e quindi la terra ha tremato a Felino, sempre nel parmense, per una scossa di magnitudo 2.6. Alle 6:58 e alle 7:13 poi altre due scosse (magnitudo 2.1 e 2.5) a Montechiarugolo. Poi alle 7:34 e 7:36 due repliche a Felino, magnitudo 2.7 e 2.3. Quindi a cavallo delle 8 altre scosse tra Montechiarugolo e San Polo d’Enza (RE). Infine, a mattinata inoltrata, altri eventi sismici sono stati registrati tra Sala Baganza e Lesignano de’ Bagni, in provincia di Parma. Tutte scossa tra magnitudo 2.2 e 2.4 gradi della scala Richter.

E’ in atto un piccolo sciame sismico

Al momento non si segnalano danni a persone o cose. La sala regionale della Protezione Civile è stata attivata per i controlli di routine. Gli esperti (e anche molti di noi purtroppo) sanno che quest’area dal 2012 è considerata a livello di rischio sismico medio, nonostante le carte storiche abbiano detto finora il contrario. Che si tratti di un piccolo sciame in atto da ieri sera è ormai acclarato. Il monitoraggio è costante dalla sala sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che pubblica in tempo reale gli eventi sismici che accadono in Italia e nel resto del mondo. >> Tutte le notizie sui terremoti

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

paola turani

Paola Turani Instagram, curve sensuali strizzate nel bikini: «Sei di una bellezza disarmante!»

sassuolo anziana multata

Sassuolo, anziana multata perché fa elemosina, interviene Caritas: «Povertà non può essere una colpa»