in

Titanic film curiosità: tutto quello che (forse) non sapete sul capolavoro di James Cameron

8 gennaio 2019. Stasera alle 21.30 su Canale 5 andrà in onda la seconda parte di Titanic, il film campione di incassi di James Cameron, con Leonardo Di Caprio e Kate Winslet. Un capolavoro entrato di diritto nella storia del cinema: è il secondo film con il maggiore incasso (il primo è Avatar del 2009, sempre diretto da Cameron), è la pellicola col record di candidature agli Oscar, ben 14, insieme a Eva contro Eva e La La Land, e una di quelle che si è aggiudicata più statuette (11 vittorie ai Premi Oscar 1998), come Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re e Ben-Hur. Nel 2007 l’American Film Institute l’ha inserito all’ottantatreesimo posto nella classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi. Dieci anni Titanic dopo è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti in quanto “culturalmente storico e significativo”. Ma questi non sono che numeri e titoli, siete pronti a scoprire tutte le curiosità su Titanic, il film più famoso di tutti i tempi?

Tra finzione e realtà: sapevate che un J. Dawson salì davvero sul Titanic?

Partiamo dalla sceneggiatura. Il film è un colossal storico, che tuttavia mescola realtà e finzione. Quando James Cameron stava scrivendo il film, avrebbe voluto che i personaggi di Rose DeWitt Bukater e Jack Dawson, i due protagonisti, fossero interamente inventati. Dopo aver ultimato il copione il regista si rese che in verità esisteva un “J. Dawson”, che morì sul Titanic. Si chiamava Joseph Dawson, nato a Dublino nel settembre del 1888. Il suo corpo è stato seppellito nel cimitero di Fairview Lawn in Nova Scotia con altre vittime del Titanic. La sua tomba, numero 227, è ad oggi una delle più visitate nel cimitero. Reali sono anche i due coniugi morti abbracciati nel letto. I due anziani inquadrati mentre la nave sta affondando non sono inventati. Si tratta di Ida e Isidor Straus, proprietari del Macy’s di New York. Secondo fonti certe, Ida, una volta offerto il posto sulla scialuppa, rifiutò per restare con il marito, dicendo: “Abbiamo vissuto insieme, moriremo insieme”. Una frase ripresa nel film, seppur in maniera diversa. A pronunciarla è la stessa Rose: «Salti tu, salto io, giusto?».

Tutti pronti per interpretare Jack Dawson: da Johnny Depp a Christian Bale

Per la parte di Jack Dawson James Cameron ha dovuto fare più di qualche pressione. Gli studios avrebbero voluto Matthew McCounaughey. Per il ruolo del giovane squattrinato sono stati presi in considerazione anche Johnny Depp, che rifiutò e più tardi affermò di essersene pentito, Tom Cruise e Brad Pitt. Anche Christian Bale fece le audizioni per Jack, ma James Cameron non voleva due attori inglesi nei panni di due protagonisti americani. È anche giusto dire che Leonardo DiCaprio e Kate Winslet dissero di sì al film ancor prima che il copione fosse scritto. Difatti il regista presentò loro solo la sinossi di 165 pagine. Nel cast ci sarebbe stato posto anche per un’altra stella: Robert De Niro. A lui era stato offerto il ruolo del Capitano Smith, ma all’epoca era malato e così si vide costretto a rifiutare. Per quella di Rose invece si pensò anche a Drew Barrymore, Rose Byrne, Claire Danes, Cameron Diaz, Jodie Foster, Maggie Gullenhaal, Eva Herzigova, Angelina Jolie, Nicole Kidman, Keri Russell, Winona Ruder, Charlize Theron, Uma Thurman, Rachel Weisz e Reese Witherspoon. Hugh Grant rifiutò la parte di Caledon: «Non fa per me!».

Titanic: le battute e le scene improvvisate

Alcune delle scene e battute più famose del film Titanic sono state improvvisate. Prendete ad esempio la frase «Freud? Chi è, un passeggero?», inventata sul momento da Jonathan Hyde, o «Sono il re del mondo!», detta da Leonardo DiCaprio, che è stata inserita al numero 4 delle “100 migliori battute del cinema” di Premiere del 2007. Billy Zane, che veste i panni del cattivo Caledon Hockley, era molto emotivo sul set. Non avrebbe dovuto rovesciare il tavolo durante il litigio con Rose: la reazione di Kate Winslet in quella scena è del tutto spontanea. In un’altra sequenza celebre l’attrice non avrebbe dovuto sputare in faccia al fidanzato Cal. Di quel cambio di programma l’attore non venne avvisato e bisogna dire che la reazione è stata del tutto genuina. Non era scritta sul copione nemmeno la battuta «Mettiti sul letto… ehm, sul divano!», pronunciata da Leonardo DiCaprio nella scena in cui l’artista deve dipingere il corpo dell’amata Rose. Al regista piacque talmente tanto da decidere di lasciarla nel cut finale. Le mani che dipingono la protagonista, come qualcuno di voi già saprà, non sono di DiCaprio ma dello stesso James Cameron. Il regista, tuttavia, essendo mancino, specchiò l’inquadratura nel film, in modo che la mano che dipinge fosse la destra. La scena in cui Rose scende in acqua per cercare Jack, incatenato, è stata girata nella Baja California, Mexico, nell’oceano Pacifico. L’acqua era davvero gelata: la reazione di Kate Winslet era più che naturale.

Record, primati e curiosità

Secondo un recente studio se il Titanic avesse colpito l’iceberg frontalmente e non di lato sarebbe rimasto a galla, tant’è che il transatlantico sarebbe arrivato a New York semplicemente in ritardo di due o tre giorni. Il Titanic è il film più costoso ad essere stato girato nel ventesimo secolo con un budget di 200,000,000 di dollari. Pensate che James Cameron arrivò a rifiutare il suo salario. Il regista poi aveva una lametta con su scritto “Usare solo se il film non avrà successo”. Inutile dire che quest’ultima non è mai stata utilizzata: la pellicola guadagnò ben 1,8 miliardi di dollari al botteghino internazionale. Altre curiosità? James Horner scrisse in segreto la canzone My Heart Will Go On che fece poi registrare a Celine Dion. James Cameron, infatti, non voleva nessuna colonna sonora cantata. Quando poi ascoltò il demo ne rimase piacevolmente colpito e lo inserì nei titoli di coda. La prima scena girata? Quella del ritratto (Kate Winslet non aveva problemi di nudo e non ha voluto alcuna controfigura). L’ultima? Quella del capitano della nave in cabina in attesa di essere travolto dalla furia dell’acqua. Nella scena finale del bacio l‘orario che indica l’orologio sopra la scalinata è delle 2.20 del mattino – ora esatta in cui la nave affondò. L’abito rosa e lilla che Rose indossa nell’ultima parte del film venne disegnato in modo tale da sembrare uguale sia da asciutto che da bagnato. Deborah Lynn Scott, straordinaria costumista ne fece ben 24. Per omaggiare il film è stata realizzata dalla Mattel anche una Barbie in edizione limitata identica nelle fattezze alla Winslet. Concludiamo? Le scene ambientate nel 1912 hanno una durata complessiva di due ore e quaranta minuti, che corrisponde al tempo impiegato dal Titanic ad affondare. La collisione con l’iceberg, invece, dura 37 secondi, il tempo esatto dello scontro nella realtà.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Pneumatici invernali e uso in Europa, quali sono i paesi dove sono obbligatori?

Simona Ventura e Giovanni Terzi: ecco la loro prima foto insieme