in

Torino, bar in zona rossa aperto al pubblico, proprietario e clienti sanzionati: multa di 6.400 euro 

Le regole del nuovo DL di Dicembre parlano chiaro: i bar nei giorni di zona rossa possono lavorare solo con l’asporto, in caso contrario si rischiano sanzioni. A quanto pare però queste norme non sono state recepite da tutti. Un bar di Torino, infatti, è andato contro il Decreto Legge ed è rimasto aperto al pubblico anche durante i giorni vietati. Questo ha portato all’intervento dei Carabinieri, i quali giunti nel locale hanno sanzionato sia il proprietario che i clienti. La multa nel complesso è stata di 6.400 euro. Inoltre, è stata prevista anche la chiusura della struttura per ben cinque giorni.

Leggi anche –> Bonus figli 2021, chi potrà usufruire dell’assegno unico? Ecco tutte le informazioni

Torino bar zona rossa

Torino, bar in zona rossa pieno di persone: proprietario e clienti multati

Durante un controllo da parte delle Forze dell’Ordine, un bar di Torino, come riportato da Today, è stato chiuso per cinque giorni perché è stato trovato pieno di clienti. All’interno del locale erano presenti ben quindici persone. Il bar, poiché si trovava in “zona rossa”, poteva rimanere aperto, ma solo per l’asporto e non per la consumazione al tavolo. Per questa mancanza di rispetto delle norme stabilite dal Decreto Legge 18 dicembre 2020, n. 172, il titolare, un cittadino albanese di 36 anni residente a Torino, è stato sanzionato con i 400 euro previsti dal Dpcm: stessa sorte per i quindici avventori trovati dentro al bar. La multa nel complesso è stata dunque di 6.400 euro.

Torino bar aperto zona rossa

Cosa si può fare in zona rossa e arancione?

Secondo il Decreto Legge del 18 Dicembre, sia in zona rossa che in quella arancione, i ristoranti e le altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie e gelaterie), sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario. Dunque, non sono consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali. Si potrà entrare all’interno dell’attività solo per ritirare il cibo da portare poi a casa. Durante i giorni in zona rossa e arancione, alcuni negozi però resteranno sempre aperti e per questo si potrà tranquillamente andare a fare la spesa, andare in farmacia, dal tabaccaio e all’edicola. Queste regole, almeno per il momento, resteranno valide fino al 6 Gennaio 2021. >> Altre News

covid italia ichino

Covid Italia, Ichino (giurista): «Se lavoratore rifiuta vaccino può essere licenziato»

Claudia Alivernini

Claudia Alivernini, la prima vaccinata, minacciata dai no-vax: “Vediamo quando muori”