in

Grosso blitz anti droga a Trento: scovata collaborazione con clan albanesi

Un grosso blitz è stato effettuato a Trento: l’operazione, su scala nazionale, ha portato al sequestro di 21 chilogrammi di droga e alla chiusura del bar Caffè 34, in piazza Duomo. L’obiettivo era quello di smantellare un’associazione a delinquere per traffico internazionale di stupefacenti, collegato direttamente ai clan albanesi.

blitz Trento

Blitz a Trento, 70 indagati e 53 arresti

Le indagini sono partite durante il lockdown di marzo 2020. L’operazione “Continuoaspacciare” ha portato a inserire nella lista degli indagati settanta presunti narcotrafficanti, e all’arresto di 53 persone tra l’Italia e l’estero. Secondo quanto raccolto dalla Guardia di Finanza, la banda aveva traffici tra il nord d’Italia e l’Austria. I 21 chilogrammi di stupefacenti erano composti da hashish, eroina, cocaina e marijuana. Si parla quindi di circa 2 milioni di euro di merce.

Secondo le accuse, il luogo chiave di questo commercio era il bar Caffè 34, situato in piazza Duomo a Trento, e gestito da cittadini di nazionalità albanese. Nello stesso locale questa mattina sono entrati in azione i finanzieri con i cani antidroga. Il bar ora mostra i sigilli all’esterno, in quanto è scattato il sequestro. >> Tutte le notizie di UrbanPost

ARTICOLO | Rincari, la denuncia di Tabarelli: «Lo Stato incassa 4,5 miliardi di Iva dai carburanti»

ARTICOLO | Lecce, prende a calci un gatto per strada fino a ucciderlo: arrestato un uomo

Seguici sul nostro canale Telegram

benzina rincari

Rincari, la denuncia di Tabarelli: «Lo Stato incassa 4,5 miliardi di Iva dai carburanti»

putin malato

L’Europa che censura i canali di informazione russi non è diversa da Putin