in

Ultimi sondaggi elettorali, percentuali dei partiti e fiducia nei leader oggi

Quella della Lega si può definire una vera e propria emorragia di consensi. Riponiamo in una scatola i ricordi di un Carroccio primo partito indiscusso con oltre il 30% delle preferenze: gli ultimi sondaggi elettorali realizzati dall’Istituto Ixè per il programma Carta Bianca confermano il trend di calo costante. Questa settimana, infatti, il partito di Matteo Salvini non riesce a raccogliere più del 25,6%, stringendo sempre la distanza con il Partito Democratico che invece cresce fino al 22,9%. A dividerli, ora, solamente 2,7 punti percentuali.

Ultimi sondaggi elettorali, le percentuali dei partiti

Ecco le percentuali che i partiti conquisterebbero se domani gli italiani fossero chiamati al voto:

  • Lega-Salvini: 25,6%
  • Partito Democratico: 22,9%
  • Movimento 5 Stelle: 16,4%
  • Fratelli d’Italia: 12,0%
  • Forza Italia: 7,9%
  • La Sinistra: 3,2%
  • Italia Viva: 2,9%
  • Europa Verde: 2,3%
  • +Europa: 2,0%
  • Azione: 1,2%
  • Altri: 3,6%
  • Indecisi/astenuti: 39,7%

Per mesi e mesi i sondaggi ci hanno fornito un quadro molto chiaro: la Lega era il primo partito, e il centrodestra, tutto insieme, superava in termini di consensi di gran lunga la maggioranza. Oggi la fotografia è cambiata, l’emergenza del coronavirus ha modificato le carte in tavola e la situazione non è più così netta. Anzi: la Lega di Matteo Salvini sembra non sia riuscita ad aprire il paracadute in tempo. Nel giro di alcune settimane i consensi sono crollati, e i sondaggi lo dimostrano. Oggi, raccoglierebbe solamente il 25,6% delle intenzioni di voto, numeri lontanissimi dal 33% che li ha caratterizzati per molti mesi.

Ma non è un problema solo del Carroccio, più che altro del centrodestra: anche Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni infatti soffre un po’ la situazione e si ferma al 12%. Al contrario, il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle godono della fiducia conquistata dal Premier Conte, e si attestano rispettivamente il posto di secondo e terzo partito con il 22,9% e il 16,4%.

Forza Italia di Silvio Berlusconi risulta abbastanza stabile, e anche questa settimana si ferma al 7,9% (+0,2%). Soffre invece Italia Viva, che perde lo 0,5% e si blocca al 2,9%: sarà forse colpa delle opinioni contrarie che Matteo Renzi ha espresso nei confronti del governo Conte. Per quanto riguarda i partiti più piccoli, invece, Europa Verde segna il 2,3% delle intenzioni, +Europa il 2%, Azione l’1,2% e i rimanenti, insieme, il 3,6%. E’ ancora molto alta la quota degli indecisi e degli astenuti: 39,7%.

sondaggi elettorali

La fiducia nei leader

Sul fronte del gradimento dei leader, Giuseppe Conte è il primo indiscusso. Secondo gli ultimi sondaggi elettorali pubblicati, infatti, il 60% degli italiani ripone la sua fiducia nel presidente del Consiglio. Queste le percentuali:

  • Conte: 60%
  • Meloni: 35%
  • Salvini: 31%
  • Zingaretti: 28%
  • Di Maio: 26%
  • Berlusconi: 24%
  • Renzi: 12%

Non c’è proprio partita. Dopo Conte, che si guadagna da parecchie settimane il primo posto in classifica, si posiziona Giorgia Meloni con il 35%, scavalcando ancora una volta Matteo Salvini fermo al 31%. Le percentuali poi non si distanziano molto: Nicola Zingaretti conquista il 28% degli intervistati, Luigi Di Maio il 26%, Silvio Berlusconi il 24% e Matteo Renzi il 12%. Lo stesso vale anche per il governo Conte: in generale, il 57% gli pone molta (14%) o abbastanza fiducia(43%). Il 27%, invece, gliene concede poca e per il 16% non ne merita propria.

Il sondaggio ha analizzato anche l’operato del governo durante l’emergenza coronavirus. In questo caso, le percentuali a favore del Conte bis si alzano: secondo il 60% degli intervistati, infatti, il lavoro di Giuseppe Conte e del suo team è molto positivo (13%) o abbastanza positivo (47%). Solamente l’11% degli italiani si ritiene totalmente insoddisfatto, mentre il 26% lo reputa poco positivo. Il restate 3% non ha saputo esprimere un’opinione. >>Tutti gli ultimi sondaggi politici

Travaglio, tutto pur di difendere Conte: ora appoggia Silvio Berlusconi e la sua opposizione “educata”

Coronavirus crisi economica, economista tedesco propone una patrimoniale per l’Italia