in

Un grande test per le squadre italiane in Champions League, come si comporteranno?

Febbraio è il mese in cui notoriamente ricomincia la Champions League, competizione attesissima da tutti gli amanti di calcio nel mondo, indipendentemente dalla squadra supportata. Le sole italiane in gara sono Inter e Juventus, che hanno però avuto dai sorteggi due avversarie molto differenti fra loro, e dal valore completamente diverso. L’Inter ha già affrontato il Liverpool nella gara d’andata, perdendo per 0-2 a San Siro, mentre la Juventus attende il doppio confronto con il Villarreal, sicuramente inferiore rispetto al Liverpool, ma che ha dimostrato di saper stare ad alto livello, avendo eliminato l’Atalanta battendo i bergamaschi proprio allo Gewiss Stadium.

Il Liverpool: ritorno con handicap, ma non impossibile

Che i Reds fossero avversari di un livello top questo lo si sapeva prima di conoscere il risultato di San Siro dell’andata degli ottavi di finale. La squadra di Klopp è seconda in campionato soltanto perchè davanti hanno un’altra corazzata imbattibile, rappresentata dal Manchester City, e il proprio attacco continua a far registrare numeri da capogiro. Attacco che si è confermato anche in quel di San Siro, nonostante una squadra nerazzurra a tratti arrembante e esaltante, gli uomini di Klopp non si sono scomposti e con i due attaccanti Firmino e Salah, hanno fissato il risultato sullo 0-2. La sfida di Anfield sembra rappresentare un’impresa impossibile per la squadra di Milano, che però a questo punto non ha più nulla da perdere. La difesa dei Reds non è sembrata così irresistibile, e un po’ di cattiveria agonistica in più avrebbe forse cambiato il risultato di San Siro a favore dell’Inter: vedi la traversa di Calhanoglu nel primo tempo.

Villarreal: le spagnole non dicono benissimo alla Juventus

La Juventus non arriva in finale di Champions League dal 2017, quando a Cardiff si arrese a uno straordinario Cristiano Ronaldo che contribuì al risultato finale di 1-4 per i madrileni con una doppietta. L’altra recente finale persa è ancora una volta contro una spagnola, questa volta l’altra grande di Spagna: il Barcellona. Era il 2015 e il Barcellona di Luis Enrique era più forte di tutte senza dubbio alcuno. Il risultato di 3-1 giusto e meritato, non aveva messo in discussione il valore della Juventus di Allegri. Ora l’allenatore livornese ci riproverà, nonostante tanti bookmaker come Bwin Italia la escludono dalle cinque favorite per la vittoria finale.

Le inglesi e il Bayern di Monaco con in aggiunta il PSG sembrano avere più di qualcosa in più rispetto a Inter e Juventus, ma nelle partite dirette si sa, il risultato è sempre in bilico e i goal fuori casa sono un fattore da non sottovalutare.

Seguici sul nostro canale Telegram

matteo bassetti

Matteo Bassetti: “Non voglio che i miei figli crescano in un Paese così, stop green pass dal 31 marzo”

putin cosa vuole

Cosa vuole davvero Putin? Fukuyama: «Non si accontenterà solo dell’Ucraina»