in

Vaccino Covid, Arcuri col governo Draghi che fine fa? “Per il commissario ore di Speranza”

Vaccino Covid, Arcuri Ultime Notizie – Domenica 14 febbraio 2021. Che accadrà a Domenico Arcuri con il governo Draghi? L’ex dirigente della Bce ha annunciato di voler accelerare il piano vaccinale di massa, arrivando alla somministrazione anche di trecentomila dosi al giorno. Secondo quanto riferisce “Repubblica” il presidente del Consiglio avrebbe intenzione di coinvolgere i medici di famiglia. Ma c’è di più: i giornalisti Michele Bocci e Giuliano Foschini raccontano anche di 70 mila sanitari in grado di contribuire in maniera decisiva alla campagna vaccinale anti Covid. Il ministro della Salute Roberto Speranza sarebbe ad un passo dal firmare l’accordo.

leggi anche l’articolo —> Governo Draghi, la lista dei ministri del nuovo esecutivo

Domenico Arcuri

Vaccino Covid, Arcuri col governo Draghi che fine fa? “Per il commissario ore di Speranza”

Medici di famiglia e operatori sanitari esperti: sarebbero queste le figure chiave per dare una “sterzata” alla campagna di vaccinazione anti Coronavirus. “L’idea è di usare questi professionisti per fare i vaccini più maneggevoli, quindi non quelli con l’Rna messaggero ma ad esempio quelli di AstraZeneca e, quando arriverà, di Johnson&Johnson, che sarà disponibile in fiale monodose facili da conservare. Ma mentre a Roma si è aspettato, molte Regioni si sono mosse da sole. La Lombardia ha chiamato in causa pure i farmacisti. Mentre Emilia, Lazio e di recente la Calabria, solo per fare alcuni esempi, hanno chiuso accordi con i medici. La prossima settimana questi dottori in Toscana inizieranno a vaccinare gli over 80 con i vaccini di Pfizer”, si legge nell’articolo di “Repubblica”, rilanciato da alcuni siti di informazione, tra cui “Today”. In tutto questo come si inserisce Domenico Arcuri? Il commissario straordinario porterà a termine il suo incarico?

Arcuri

Salvini: «Valuterà Draghi chi ha fatto bene»

“Al momento non c’è alcun segnale che faccia pensare a una non riconferma del commissario Domenico Arcuri. D’altronde — fanno notare alcune fonti del ministero della Salute — ‘secondo gli ultimi dati l’Italia è la prima nazione europea per numero di pazienti vaccinati con entrambe le dosi, tanto da meritare il plauso pubblico della presidente della commissione, Ursula von der Leyen. Che senso avrebbe cambiare?’ Tutto cambierebbe, però, se gli obiettivi non fossero raggiunti: vaccinare 48 milioni di italiani entro la fine di ottobre”, scrivono sempre su “Repubblica”. Ma nulla è certo, anche perché di detrattori Arcuri ne ha: dal leader di Italia Viva Renzi al segretario del Carroccio Salvini. Quest’ultimo, a tal proposito, ha detto: “Valuterà lui chi ha fatto bene”, alludendo a Draghi. “L’unica certezza emersa ieri è la conferma di Roberto Speranza a ministro della Salute rappresenta un evidente elemento di continuità che dà una chance di restare a Domenico Arcuri”, si legge su “Il Giornale”, che «affonda il coltello nel burro»: “Ieri non è sfuggito poi il fatto che il Papa abbia nominato Walter Ricciardi, principale consigliere scientifico di Speranza, alla Pontificia accademia della vita. Ricciardi nei giorni scorsi aveva scaricato Arcuri ed evocato Bertolaso. Per il commissario sono ore di Speranza”. Leggi anche l’articolo —> M5s rischio scissione, schiera di parlamentari pronti a dire no alla fiducia: l’appello di Grillo

 

Seguici sul nostro canale Telegram

San Valentino, la festa degli innamorati: frasi e canzoni da dedicare al vostro amore

Terremoto Grecia

Terremoto in Giappone, scossa di magnitudo 7.3: oltre 100 persone ferite