in

Vaccino Pfizer, grave reazione allergica segnalata negli Usa: la donna ha rischiato di morire

Continua il monitoraggio degli effetti collaterali del vaccino Pfizer: un’operatrice sanitaria di mezza età, cui è stato somministrato il farmaco contro il coronavirus messo a punto da Pfizer e Biontech, ha sviluppato una grave reazione allergica. È successo in Alaska, al Barlett Regional Hospital di Juneau, dove la donna lavora e ha ricevuto il vaccino. Lo riferisce il New York Times che comunica pure come le sue condizioni siano ora stabili.

Leggi anche >> Vaccino anti Covid, otto italiani su dieci sono favorevoli a farlo

vaccino pfizer effetti collaterali

Vaccino Pfizer effetti collaterali, grave reazione allergica in una donna

La donna, stando a quanto riportato dalla fonte, non aveva alcun precedente di allergie, ma ha sviluppato comunque una reazione allergica grave dopo dieci minuti dalla somministrazione del farmaco. Aveva ricevuto la prima dose del vaccino lo scorso 11 dicembre, di fronte alle telecamere, nell’ambito della campagna governativa tesa a promuovere la “fiducia nei vaccini” tra i cittadini statunitensi. La reazione allergica si è tradotta in rush cutanei, tachicardia e una crisi respiratoria. L’epinefrina (adrenalina) somministratale per placare i sintomi non si è rivelata del tutto efficace costringendo i medici curanti a ricorrere anche all’uso di steroidi. Un ulteriore aggravamento ha poi costretto al ricovero in terapia intensiva. Fonti mediche riferiscono che la donna “si sente bene e resta entusiasta del vaccino”.

vaccino pfizer effetti collaterali

L’infermiera ha rischiato di perdere la vita

Il caso della reazione avversa dell’operatrice sanitaria accresce la preoccupazione in merito all’intensità degli effetti collaterali. Secondo gli esperti, l’infermiera avrebbe rischiato di perdere la vita. La Pfizer, dal canto proprio, ha fatto sapere che sta approfondendo quanto accaduto insieme alle autorità locali, sebbene non disponga ancora di tutte le informazioni dettagliate. Gli sviluppi potrebbero indurre a richiedere linee guida più rigorose per garantire che i vaccinati vengano attentamente monitorati per le reazioni avverse. Le autorità sanitarie dell’Alaska hanno annunciato che i piani di distribuzione del vaccino non subiranno variazioni. >> “Chi rifiuta il vaccino Covid, si pagherà le cure”: l’idea del governo di San Marino

Natale deroghe spostamenti

Dpcm Natale, deroghe agli spostamenti per il pranzo e le visite agli anziani

Matteo Renzi

L’ultimatum di Renzi a Conte: “No alla task force, sì al Mes”