in

Venezia, acqua alta prevista per mercoledì 3: il Mose chiamato a difendere la Laguna

Sono cominciate a Venezia le operazioni di sollevamento delle paratoie del Mose, in previsione della massima di marea che dovrebbe raggiungere stasera i 130 centimetri. Per prima è stata alzata in laguna la barriera di Treporti e ora si sta sollevando quella del Lido San Nicolò. Per domani, mercoledì 3 novembre, è prevista alle 21.20 una massima di marea di 115 centimetri e per mercoledì un picco di 140 alle 22. (Continua dopo la foto)

Questa mattina a Venezia c’è stato il sole, ma con un’acqua alta prevista di 95 centimetri alle 9, di nuovo Piazza e Basilica. I punti più bassi di tutta Venezia ricoperti con soli 85 centimetri di marea, saranno di nuovo allagati quanto basta per causare danni ai mosaici e ai marmi della chiesa, già gravemente corrosi dal sale. Come è riportato su Repubblica, i lavori attualmente in corso per salvare la Basilica proteggendola con una cintura di vetri di cristallo che la difenderà dalle maree, sono iniziati con quasi due anni di ritardo e proseguono a rallentatore proprio perché siamo in piena stagione di acqua alta. (Continua dopo la foto)

Venezia, acqua alta prevista per mercoledì 3: il Mose chiamato a difendere la Laguna

Il Mose sarà chiamato a difendere la città di Venezia da una marea di 133 centimetri. La città ha vissuto ore di forte maltempo per il ponte dei morti, con vento e burrasca che hanno sferzato anche il Bacino di San Marco. Una laguna scura e minacciosa, sotto una pioggia intensa è quella che si poteva osservare dalla Piazza, appena oltre la Basilica, dove l’alta marea ha continuato a crescere. Alla Punta della Salute, in città, la misura si è fermata a 83 cm, con un differenziale di mezzo metro rispetto al livello del mare oltre le dighe. La situazione è migliorata quando il vento di scirocco, che ha raggiunto raffiche di 65-70 km orari, è ruotato da ovest.

Il Prof. Guido Rasi: “Terza dose di vaccino obbligatoria per i docenti”

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid bollettino 2 novembre 2021

Covid oggi 2.834 casi e 41 morti, riprende a salire il numero dei ricoverati

Abbiategrasso, 87enne ritrovato morto nel bosco dopo tre giorni di ricerche