in

Zona gialla, rossa e arancione: nuove regole, cosa si potrà fare dal 3 maggio

Zona gialla, rossa e arancione: le regole da oggi 3 maggio 2021, cosa si potrà fare? L’Italia comincia la settimana con una mappa prevalentemente gialla. L’ultimo report parla di un indice Rt pari a 0.85 e l’incidenza a 146 casi su 100mila abitanti. La sola zona rossa è la Valle D’Aosta, costretta a far fronte a restrizioni più severe. Spostamenti ‘liberi’ e ristoranti aperti a pranzo e cena da Lombardia a Lazio, da Campania a Veneto, le regioni dove il Covid ha colpito meno nelle recenti settimane. Restano in zona Sardegna, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

leggi anche l’articolo —> Covid in Italia: oggi 9.148 casi ma con soli 157mila tamponi esaminati, 144 i decessi

zona gialla

Zona gialla rossa e arancione regole cosa si può fare da oggi 3 maggio

Maggio mese di aperture per l’Italia. A caratterizzare la nostra penisola nella prima settimana del mese soprattutto il giallo: sono di tale colorazione Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto, province autonome di Bolzano e di Trento. Zona arancione Sardegna, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Unica zona rossa la Valle D’Aosta. Tutte accomunate dal medesimo orario di coprifuoco in vigore dalle ore 22 alle 5 del mattino. Nelle zone gialle gli spostamenti sono “liberi”. Non è necessaria neppure l’autocertificazione per passare da una regione gialla all’altra. Nuove regole per le visite private fino al 15 giugno nelle regioni gialle. Ben 4 persone potranno raggiungere un’altra abitazione privata. Spostamenti che potranno avvenire anche tra regioni gialle differenti: consentito anche l’attraversamento di un territorio in zona arancione o rossa. Veniamo all’arancione: si potrà uscire dal comune, se ha fino a 5.000 abitanti e spostarsi di 30 km senza però recarsi in un capoluogo. Consentite le visite all’interno dello stesso comune. Restrizioni severissime in zona rossa, ma è consentito il ritorno alle seconde case, anche se si trovano in arancione o rosso, ma solo se non abitate e se ci si sposta in compagnia del nucleo familiare convivente.

zona gialla rossa arancione

Novità per bar, ristoranti e pub

Novità per bar, ristoranti e pub. In zona arancione resta consentito l’asporto (fino alle 18 dai bar e fino alle 22 da enoteche, vinerie e ristoranti). Mentre in giallo i clienti potranno consumare a pranzo e a cena purché all’aperto. Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, massimo quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La distanza è fissata a un metro. Ancora chiuse palestre, piscine e centri benessere. Novità significative per le scuole: “Dal 26 aprile e fino alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori. La presenza è garantita in zona rossa dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione dal 70% al 100%” ha reso noto Palazzo Chigi. La fine di aprile ha segnato anche la riapertura al pubblico in zona gialla di cinema, teatri e sale concerto. Leggi anche l’articolo —> Bologna, donna fatta a pezzi e gettata in un cassonetto, il fidanzato si è impiccato

Omicidio Bologna donna trovata in un cassonetto

Bologna, donna fatta a pezzi e gettata in un cassonetto, il fidanzato si è impiccato

Rai, il presidente della Camera Fico: “Basta lottizzazioni, anche i 5 Stelle hanno sbagliato”