in

Addio a Lou Ottens: chi era l’ingegnere olandese che inventò le cassette

All’età di 94 anni scompare l’ingegnere che inventò le cassette. Ma chi era Lou Ottens?

Lou Ottens

Lou Ottens chi è l’ingegnere che inventò le cassette

Lou Ottens, ingegnere olandese e rivoluzionario inventore, negli anni Sessanta, della musicassetta, è morto all’età di 94 anni. Secondo i media olandesi che annunciano la notizia, Ottens è deceduto nella sua casa di Duizel sabato scorso, 6 marzo 2021. L’ingegnere ideò le cassette, uno strumento per ascoltare la musica registrata. Questa invenzione sostituì l’utilizzo del disco a vinile non molto pratico per l’uso quotidiano.

Ottens iniziò a lavorare per la Philips nel 1953. Nel 1960 ottenne un’importante promozione all’interno dell’azienda e progettò insieme al suo team il primo registratore portatile al mondo. Solo successivamente ebbe l’idea dell’audiocassetta. Negli anni questa invenzione ebbe un enorme successo tanto che sono stati venduti oltre 100 miliardi di esemplari.

ARTICOLO | AstraZeneca, effetti collaterali e Tachipirina prima del vaccino: facciamo chiarezza
ARTICOLO | In arrivo il vaccino Johnson&Johnson: tutte le caratteristiche del farmaco

Lou Ottens

Come nacquero le cassette

Le cassette e gli strumenti di registrazione e riproduzione furono presentati il 30 agosto 1963 in un evento di settore organizzato a Berlino, ottenendo qualche apprezzamento, ma senza che nessuno ne parlasse come di qualcosa che avrebbe potuto cambiare il modo in cui la musica veniva ascoltata nel mondo. Negli anni successivi, tuttavia, le cassette iniziarono a diffondersi e gli album a essere stampati anche su nastro, oltre che su disco. Rispetto ai dischi in vinile le musicassette avevano una qualità di riproduzione tendenzialmente meno buona. Di contro però erano molto più pratiche. Le cassette infatti ebbero un enorme successo negli impianti audio delle automobili, un impiego che avrebbe resistito fino agli anni Novanta.

Le Compact Cassette della Philips si imposero quindi come lo standard principale e, con il tempo, sempre più efficace. Erano quelle usate dai Walkman Sony, messi in commercio alla fine degli anni Settanta e destinati a diventare uno dei più importanti e diffusi sistemi di riproduzione musicale della storia, introducendo per la prima volta la dimensione portatile dell’ascolto che sarebbe diventata prevalente negli anni Duemila con i lettori MP3 e gli smartphone.>>Tutte le notizie

Marco Frittella giornalista Rai

Marco Frittella, chi è il giornalista Rai e perché la sua assenza ha creato tanto scompiglio

Picco di contagi previsto a fine marzo, Andreoni: “Rischiamo 40mila casi al giorno”