in

Afghanistan, Zahra Ahmadi atterrata a Roma: l’abbraccio col fratello

Afghanistan, l’attivista Zahra Ahmadi è atterrata a Roma. La 32enne aveva partecipato ad una manifestazione contro i fondamentalisti una settimana prima che i talebani prendessero Kabul. La giovane, che temeva per questo motivo delle ritorsioni, ora può tirare un sospiro di sollievo, si trova in Italia, è al sicuro. Ad attenderla all’aeroporto c’era anche il fratello Ahmed.

leggi anche l’articolo —> Afghanistan, Ghani rompe il silenzio: «Via a mani vuote, sono pronto a tornare»

Zahra Ahmadi

Afghanistan, Zahra Ahmadi atterrata a Roma: l’abbraccio col fratello, ora è al sicuro in Italia

Zahra Ahmadi è sfuggita ai talebani; l’attivista si trova su suolo italiano, è atterrata nel pomeriggio del 19 agosto a Roma insieme a altri 200 cittadini afghani, grazie al ponte umanitario allestito dalla Farnesina. «Zahra mi ha ripetuto mille volte grazie ed io lo rivolgo a quanti ci sono stati vicino», ha dichiarato il fratello. «Mi ha parlato delle sue amiche e mi ha supplicato di proteggerle». La ragazza ha spiegato che mentre i talebani stavano riprendendo il potere a Kabul lei si era nascosta in città per evitare che la loro furia si scaricasse su di lei, che aveva partecipato ad una manifestazione contro i fondamentalisti islamici. Per fortuna è la sua una storia a lieto fine: si è detta «stanca ma molto felice». «Alla fine mi ha pregato di dire a tutti che lei è solo una, che non conta nulla e che è qui per aiutare ad aiutare gli altri», ha spiegato ai cronisti il fratello.

Zahra Ahmadi

«La promessa era di non abbracciarci per via del Covid»

Il ricongiungimento è avvenuta all’aeroporto di Fiumicino, dove la coraggiosa attivista era attesa. Per via dell’emergenza Covid era stato chiesto a Zahra Ahmadi di non riabbracciare suo fratello: se non prima di aver seguito alcuni giorni di quarantena nel rispetto delle normativa anti contagio. Ma non ce l’hanno fatto, era troppa la gioia di rivedersi. Tanta la paura di questi giorni per non stringersi in un abbraccio: «La promessa era di non abbracciarci per via del Covid, ma ho guardato il colonnello che seguiva le operazioni il qualche si è emozionato e mi ha incoraggiato ad andare verso di lei. Non riuscivamo a staccarci», ha concluso Ahmed Ahmadi. Leggi anche l’articolo —> Scontro tra Salvini e Mazzanti per un fotomontaggio: volano stracci sui social

Zahra Ahmadi

 

treviso incidente

Treviso, sbanda con l’auto, resta incastrato tra le lamiere e muore carbonizzato

Francesca Marcon

Francesca Marcon denuncia choc: «Ho la pericardite per colpa del vaccino»