in

Agitu trucidata per uno stipendio non pagato: «Volevo quei soldi ma lei era sfuggente»

Agitu massacrata per uno stipendio con corrisposto. Arrivano nuovi aggiornamenti sulla terribile storia di Agitu Ideo Gudeta, la imprenditrice agricola di un’impresa Trentina di origine etiope brutalmente uccisa da un suo collaboratore. Gli ultimi aggiornati rivelano che il movente risiede in un pagamento di stipendio non versato. L’omicida, Adams Suleiman, ha confessato: «Volevo quei soldi ma lei era sfuggente».

>> Agitu Ideo Gudeta, chi era la pastora simbolo di integrazione fuggita in Trentino dall’Etiopia

Agitu

Agitu morta per uno stipendio

Adams Suleiman ha massacrato Agitu Ideo Gudeta, l’imprenditrice di una azienda in Trentino, per un regolamento di denaro. Il ghanese racconta che la discussione è scoppiata per una mensilità non pagata. Questa è la motivazione che lo ha prima portato ad uccidere la donna a martellate e successivamente a stuprarla. Ieri il sospettato numero uno durante l’interrogatorio successivo all’arresto avrebbe parlato e il colonnello Michele Capurso ha dichiarato: «Suileiman ha detto che aveva sollecitato più volte il pagamento e che lei era sfuggente non ci risulta che in passato ci siano mai stati screzi tra Agitu Gudeta e Suleiman Adams. Lui aveva già lavorato per Agitu era stato richiamato da lei circa due mesi fa per iniziare questo nuovo rapporto di lavoro». Soltanto le indagini del reparto operativo dei Carabinieri di Trento potranno accertare la ricostruzione di Suleiman.

Agitu

Massacrata e violentata mentre moriva

Il movente di tale aggressione (non che ce ne possa essere uno) sembra davvero futile ed è per questo che in queste ore si indaga anche per scoprire se vi fossero altri conflitti o diatribe tra il ghanese e Agitu Ideo Gudeta. Tale brutalità non è mai ammessa. Ma se davvero fosse tutto riconducibile al fatto che la datrice di lavoro avrebbe avuto solo la “colpa” di aver tardato un pagamento al suo dipendete è davvero inimmaginabile. Ricordiamo che Agitu è stata ritrovata agonizzante sul pavimento della sua abitazione a Frissilongo. La prima ricostruzione riconduce la causa del decesso a svariate martellate inflitte. Successivamente, come se non bastasse, l’omicida, come da confessione, la avrebbe stuprata mentre la donna stava morendo. Il colonnello Capruso ha poi dichiarato: «Noi pensiamo che il tentativo di violenza sessuale sia stato un atto d’ira mirato a umiliare la donna, come sfregio conclusivo». >> tutte le notizie di Cronaca Nera di Urbanpost

 

 

Cristiano Malgioglio GF

Cristiano Malgioglio ‘sprezzante’ con i Vip: «Meglio venti giorni da lupa che tre mesi da chihuahua»

GFVip 5 Andrea Zelletta in lacrime

GFVip 5, Andrea Zelletta in lacrime per Natalia: «Se questa cosa fosse vera, sarebbe la fine»