in

Alberto Zangrillo: «Niente scuola né aereo? Equivale a dire che siamo un popolo di imbecilli»

«Gli italiani sopra i 60 anni dovranno vaccinarsi contro l’influenza. Però dire adesso che forse non faremo tornare i bambini a scuola e che non dobbiamo prendere gli aerei, equivale a dire che siamo morti. E anche un popolo di imbecilli», così Alberto Zangrillo, primario della terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, ospite a ‘L’Aria che tira’ in onda su La7. Il medico di Berlusconi ha voluto dire la sua contro chi si ostina ad essere pessimista: «Non c’è una guerra tra guelfi e ghibellini, noi osserviamo delle cose che sono fortunatamente molto positive ma qualcuno purtroppo appare irritato», ha insistito il primario del San Raffaele di Milano.

leggi anche l’articolo —> Galli, Coronavirus: «Non ha senso lastricare il mondo di plexiglas», la verità ‘scomoda’ che nessuno dice

Zangrillo

Alberto Zangrillo: «Niente scuola né aereo? Equivale a dire che siamo un popolo di imbecilli»

«Qualcuno purtroppo non conosce il significato di scienza. La scienza, recito dalla Treccani, ‘è un insieme di discipline fondate essenzialmente sull’osservazione, l’esperienza e il calcolo’. Quando ieri dieci colleghi provenienti da dieci differenti discipline hanno detto quello che osservano quotidianamente si è sollevato un putiferio e qualcuno ha detto che siamo stati ‘superficiali, neofiti e abbiamo promulgato un documento demenziale’. Tutto parte da uno studio condotto dal gruppo del professor Clementi, direttore della virologia del San Raffaele e che aveva visto che 100 tamponi eseguiti a maggio producevano una carica virale molto più bassa rispetto agli stessi tamponi su pazienti di un gruppo omogeneo fatti un mese e mezzo prima», ha dichiarato Zangrillo.

Zangrillo

«Seconda ondata? Non so se ci sarà»

«Io sono felice di poter dare una comunicazione di speranza, ottimistica. Nessuno di noi ha detto di togliere le mascherine, abbracciarci e assembrarci. Abbiamo osservato quello che accade in Italia da due mesi», ha proseguito il primario del San Raffaele. E sulla seconda ondata il professor Alberto Zangrillo ha dichiarato: «Io non lo so se ci sarà la seconda ondata, è auspicabile che non ci sia. Se dovesse arrivare abbiamo detto chiaramente e senza poter essere smentiti che dal momento che tutti i grandi ospedali nel mondo hanno lavorato, abbiamo conosciuto questo virus e sappiamo come affrontarlo». leggi anche l’articolo —> Walter Ricciardi: «L’aereo va evitato. Agli alberghi attenzione, occhio al cuscino della camera»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

caterina balivo

Caterina Balivo Instagram magnifica, primo bagno dell’estate: «Ammazza… Che fisico»

temptation island 2020 bisciglia

Temptation Island 2020, Filippo Bisciglia ‘spoilera’: «Contatti fisici? Certo. È già accaduto qualcosa…»