in

Anna Falchi e l’amore per la figlia Alyssa: in che rapporti è oggi con l’ex

«Non mi piace coinvolgerla molto nelle foto, credo che i bambini debbano fare i bambini. Ma ora è grandicella e si diverte: mette un po’ di mascara, il lucidalabbra, si fa due boccoletti ed è tutta felice». Così Anna Falchi ha presentato al settimanale ‘Oggi’ la figlia Alyssa. Nel corso dell’intervista la conduttrice ha parlato della sua bambina, del rapporto con l’ex e l’attuale compagno e ha ripercorso buona parte della carriera: dall’esordio con Federico Fellini ai calendari sexy.

leggi anche l’articolo —> Raffaella Carrà costretta alla parrucca per la malattia? Il dubbio dei fan dopo l’ultima foto

Anna Falchi

Anna Falchi e l’amore per la figlia Alyssa

Com’è la piccola Alyssa? «Particolarmente esuberante, socievole. Viaggiamo spesso in giro per il mondo e lei socializza anche con i sassi. È piena di fantasia e voglia di vivere, amante degli animali e dell’arte. Dipinge benissimo. Il regalo più bello che io possa ricevere è un suo disegno sul letto, quando ritorno a casa. Poi, certo, è una testarda capocciona. Io del Toro, lei dello Scorpione, ci scontriamo spesso. Ma se penso a quello che ho fatto passare a mia madre, è davvero nulla in confronto». Anna Falchi si definisce una mamma presente: «Ho avuto la fortuna di crescere Alyssa con mia madre, in un ambiente familiare di sole donne. Siamo un matriarcato forte e resistente. Io la lascio libera. Sono un’amica e una consigliera, amo che mi racconti della sua vita. A lei piace chiacchierare. Come va a scuola? In matematica è negata com’ero io. Quando mi chiede aiuto per i compiti, le dico: “Tesoro, un attimo”. E vado a cercare su Internet». Qualche parola sul rapporto con il padre di Alyssa: «Ottimi e anche tra lui e il mio compagno (Andrea Ruggieri, ndr). Non siamo una vera e propria famiglia allargata, ma tutto è molto rilassato e sereno. Con grande rispetto dei propri spazi e ruoli. È una bella amicizia. Fa piacere poter contare su una persona che ti vuole bene. Io ci sarò sempre per Denny e viceversa. Ci sosteniamo».

Anna Falchi

Quella volta che Fellini le disse: «Devi essere un po’ gatta un po’ migno**a», gli esordi nel mondo dello spettacolo

Non sono mancate domande sulla sua carriera. A proposito dei calendari sexy (ne ha fatti ben cinque) Anna Falchi ha confessato ad ‘Oggi’: «Non mi pento di aver fatto i calendari, ma cinque sono stati troppi. Avrei dovuto fermarmi ai primi, diventati un cult. Sono stata la prima donna italiana a essere fotografata su Max dopo Cindy Crawford ed Eva Herzigova. Da lì è partita la moda che ho assecondato per troppo tempo». Anna Falchi è stata lanciata da un famoso spot di Fellini. Lui l’apostrofò: «Devi essere un po’ gatta e un po’ migno**a. Agli uomini piace così»: «Sì, è vero. Ma chiaramente lo disse mentre mi stava dirigendo! Ero giovanissima, non avevo ancora coscienza della mia sensualità. Venivo dalla provincia, sembravo un maschiaccio», ha spiegato la Falchi. Sul finale la conduttrice Rai ha spiegato anche cosa pensa dei paparazzi: «Trovo che manchi un po’ di sano divismo, di quello che c’era una volta. Il gossip conta un buon 50 per cento nella carriera di un’artista. L’importante è non smentire, rimanere sempre nel vago». Leggi anche l’articolo —> Com’è cambiata Anna Falchi: la ricordate da giovane? Lo scatto del ‘96
Anna Falchi

 

incendio san giovanni rotondo

San Giovanni Rotondo, a fuoco il magazzino Panda Italia: “Chiudete le finestre”

Belen Rodriguez mamma

Belen Rodriguez mamma, reparto chiuso per il giorno del lieto evento: haters scatenati