in

Gianna Del Gaudio sgozzata in casa, Roberta Bruzzone: «Prevedo una severa condanna per il marito»

Omicidio Gianna Del Gaudio: Antonio Tizzani è l’unico imputato al processo per l’efferato delitto della professoressa in pensione, nonché sua moglie, sgozzata in casa, a Seriate, nel 2016. Secondo quanto ipotizzano gli inquirenti, una volta andati via i figli e i nipotini dopo cena, la vittima sarebbe stata da sola in casa con il marito. Nessun “uomo incappucciato” sarebbe entrato in casa per ucciderla, anche perché gli accertamenti investigativi avrebbero fatto emergere le prove che il killer si sarebbe intrattenuto in casa dopo l’omicidio, lasciando le sue tracce, anziché darsi alla fuga immediata scavalcando il cancelletto della villetta luogo del delitto, come invece ha sempre raccontato l’indagato.

omicidio gianna del gaudio news processo

L’uomo incappucciato per gli inquirenti non esiste

Roberta Bruzzone sulle pagine di Giallo ha fatto la sua riflessione personale sulla vicenda: secondo l’ipotesi degli inquirenti, “L’uomo maltrattava da anni la moglie, sia sotto il profilo fisico che psicologico, e l’avrebbe uccisa all’apice dell’ennesimo brutale litigio …“. L’uomo incappucciato, secondo questa ricostruzione, sarebbe inesistente. Un’invenzione di Antonio Tizzani per auto scagionarsi. Versione che pertanto ripete dalla prima ora nonostante tutti gli indizi raccolti finora portino a lui. L’ex ferroviere oggi in pensione ha sempre portato a sua difesa la tesi dell’uomo ‘incappucciato’, che avrebbe visto con i suoi occhi fuggire via dopo il delitto, scavalcando il cancelletto di ingresso della villetta e dileguandosi nel buio della notte. Pista, questa, mai suffragata da elementi oggettivi.

OMICIDIO GIANNA DEL GAUDIO NEWS

Gianna Del Gaudio, la Bruzzone su Tizzani: «Prevedo una severa condanna per il marito»

Gli inquirenti non hanno mai trovato la benché minima traccia della presenza in quella casa del misterioso uomo incappucciato di cui aveva parlato Tizzani. Come anche precisa la Bruzzone nel suo pezzo su Giallo di questa settimana, infatti, “Le uniche tracce repertate sono riconducibili esclusivamente a Tizzani e Gianna appunto. […] Ritengo francamente che l’impianto accusatorio reggerà anche in dibattimento e mi aspetto una condanna severa per Tizzani”. Il processo a carico di Antonio Tizzani, iniziato mesi fa, è stato sospeso temporaneamente a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Potrebbe interessarti anche —> Omicidio Gianna Del Gaudio, Antonio Tizzani le infliggeva botte e insulti: racconto scioccante dei figli

antonio logli condannato news bruzzone

Antonella Fiordelisi Instagram

Antonella Fiordelisi Instagram, il décolleté straborda dal bikini scintillante: «Sublime!»

coronavirus fase 2

Coronavirus Fase 2, Palazzo Chigi: «Cinque milioni di tamponi, un ospedale Covid ogni milione abitanti»