in

Arturo Diaconale, morto il portavoce della Lazio: il giornalista aveva 75 anni

Oggi, 1° Dicembre 2020, è morto il giornalista Arturo Diaconale. L’attuale portavoce della Lazio aveva 75 anni. Diaconale si è spento nella sua casa di Roma, dopo aver combattuto per diversi anni contro un male incurabile. A fine aprile era stato sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza alla testa, ma la lunga convalescenza non è stata semplice. Negli ultimi giorni le sue condizioni si erano aggravate e Arturo ha perso la sua battaglia. Dunque lutto in casa Lazio. I biancocelesti piangono la scomparsa di Arturo, che dall’agosto del 2016 era il capo della comunicazione del club capitolino e portavoce del presidente Claudio Lotito.

Leggi anche –> Regeni, secondo l’Egitto l’assassino è ancora ignoto: “Prove insufficienti”

Arturo Diaconale morto

Arturo Diaconale, morto il portavoce della Lazio

Oggi, 1° Dicembre 2020, è morto a 75 anni Arturo Diaconale. Il giornalista, che era il portavoce ufficiale della Lazio, lottava da tempo contro un male incurabile e le sue condizioni si erano aggravate. Sul sito ufficiale della società biancoceleste il messaggio di cordoglio: «La S.S. Lazio, il suo Presidente, l’allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa del portavoce del club, Arturo Diaconale, e si uniscono al dolore della famiglia». L’11 Novembre scorso, come riportato da Tuttosport, era stato lo stesso Arturo a salutare i tifosi laziali con un post commovente: «Come è noto, una grave questione personale mi impedisce in questi giorni di rappresentare una presenza fisica maggiore di fronte alle vicende interne ed esterne alla Lazio. Sono certo che gli ultimi avvenimenti avranno l’effetto di compattare ulteriormente intorno alla Lazio la sua impareggiabile tifoseria, verso la quale confermo il mio immutato impegno, compatibilmente con le mie condizioni di salute».

Arturo Diaconale

La sua carriera

Arturo Diaconale era nato a Montorio al Vomano l’8 settembre del 1945. Si è spento oggi 1° dicembre 2020 a Roma.  È stato un giornalista italiano, membro del Consiglio di amministrazione della Rai dal 4 agosto 2015 fino a luglio 2018. Dal 1º agosto 2016 fino alla morte è stato responsabile della comunicazione della Società Sportiva Lazio e portavoce del presidente Claudio Lotito. Abruzzese di nascita e romano di adozione, dopo la laurea in Giurisprudenza ha iniziato l’attività giornalistica nella redazione romana de Il Giornale di Sicilia (1973). Nel 1976 è diventato giornalista parlamentare. Nel 1985 è stato redattore parlamentare a Il Giornale. Poi nel 1992 è diventato redattore capo di Studio Aperto. L’anno successivo ha guidato il settimanale L’Opinione. Nel 1995 ha ideato e condotto una trasmissione giornalistica su Rai 3, dal titolo Ad armi pari e negli anni successivi ha partecipato come opinionista a tutti i principali talk show italiani. >> Altre News

giornata mondiale aids

Aids giornata mondiale, gli studi più rilevanti: il Coronavirus non ha fermato la ricerca sull’Hiv

bambine in costume

Chi sono queste bimbe in posa con la mamma? Non lo direste mai!