in

Ascoli Piceno, otto morti in Rsa: arrestato infermiere per somministrazione indebita di farmaci

Ascoli Piceno, otto morti in Rsa: è stata eseguita nella giornata di oggi, lunedì 15 giugno 2020, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un infermiere in servizio presso la Rsa di Offida. L’uomo era indagato per otto omicidi volontari premeditati e 4 tentati omicidi premeditati ai danni di anziani ospiti della struttura.

Leggi anche >> Vimercate, giallo alle Torri Bianche: 18enne precipita e muore, il fidanzato era in stanza con lei

ascoli piceno morti rsa

Ascoli Piceno otto morti in Rsa, arrestato infermiere: agiva con ripetute somministrazioni indebite di farmaci

Il mandato, emesso dal Gip di Ascoli Piceno, arriva a conclusione di un’indagine partita nell’autunno del 2018 in seguito alla segnalazione di una Oss ai carabinieri. I fatti risalirebbero al periodo che va dal gennaio 2017 al febbraio 2019. L’infermiere avrebbe compiuto i misfatti con ripetute somministrazioni indebite di farmaci quali promazina, insulina e anticoagulanti, per dosi e/o tipologia non previsti e controindicati, ovvero con abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti la funzione lui spettante. Secondo la Procura, nella Rsa di Offida luogo dei reati, c’è stato il doppio dei decessi rispetto alle altre due strutture del territorio. >> Massimo Bossetti insiste: sugli abiti di Yara la prova della sua innocenza? News sui reperti

ascoli piceno morti rsa

Anna tatangelo

Anna Tatangelo tabula rasa su Instagram: non ci sono più foto solo una storia misteriosa

ultimi sondaggi elettorali media termometro politico

Ultimi sondaggi elettorali, media Termometro Politico: le percentuali dei partiti