in

Autocertificazione di Natale, cosa scrivere quando si fa visita ad amici o parenti

A partire da oggi l’Italia sarà tutta in zona rossa. Questo significa che ogni volta che si esce di casa, è necessario portare con sé l’autocertificazione studiata proprio per giustificare gli spostamenti durante le feste di Natale. A differenza dei documenti che abbiamo dovuto firmare fino adesso, questa ci consentirà anche di fare visita ad amici e parenti, rispettando le regole imposte dall’ultimo decreto formato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Vediamo cosa bisogna scrivere in questi casi.

>> Leggi anche: Natale Covid, le regole per il 24 e 25 Dicembre: ecco i negozi che resteranno aperti

Autocertificazione Natale

Autocertificazione di Natale, cosa viene richiesto

Da oggi fino al giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, sarà permesso andare a fare visita a casa di amici e parenti. Ovviamente, come noto, lo si può fare una sola volta al giorno, in massimo due persone. Numero che può aumentare solamente nel caso di figli con meno di 14 anni a carico, persone disabili o non autosufficienti conviventi. Un’altra prerogativa affinché la visita possa essere concessa è che avvenga tra le 5 del mattino e le 22, e che l’abitazione sia nella stessa Regione in cui ci troviamo. Quindi, per questa motivazione ci si può spostare anche tra Comuni, nonostante la zona rossa o arancione. Ma cosa bisogna scrivere nell’autocertificazione di Natale?

Innanzitutto, bisogna sottolineare che non è necessario, per motivi di privacy, riportare il nome della persona che si sta andando a trovare. Tuttavia, nell’autocertificazione di Natale è richiesto di inserire l’indirizzo che si sta raggiungendo, e dopodiché sarà compito delle autorità controllare le informazioni. Oltre alle informazioni personali come nome e cognome, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita, documento di riconoscimento e il numero di cellulare, poi, sarà imposto di selezionare il motivo dello spostamento.

autocertificazione natale

Cosa scrivere nell’autocertificazione in caso di visita ad amici o parenti

Una volta compilati i primi campi, quindi, bisogna spuntare la casella che giustifica lo spostamento. In questo caso, la X dovrà essere fatta a fianco della seguente dicitura: “Altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio”. Nello spazio sottostante, poi, dopo la scritta “specificare il motivo che determina lo spostamento”, bisognerà scrivere: “Visita a parenti”, oppure “visita ad amici”. Come già sottolineato, non sarà richiesto fornire il nome della persona che si sta andando a trovare. E’ obbligatorio, tuttavia, inserire l’indirizzo della destinazione.

Perciò nel caso in cui le forze dell’ordine chiedessero esplicitamente da chi ci stiamo dirigendo, sarà sufficiente rispondere in modo generico “da un amico” o “da un parente”. Saranno le autorità poi a dover verificare che l’indirizzo di destinazione da noi inserito corrisponda alla motivazione “visita ad amico” o “visita a un parente”. L’autocertificazione di Natale, dunque, ci chiederà di inserire l’indirizzo di partenza, quello di destinazione e altro nel caso in cui ci fosse qualcosa da dichiarare. E’ importante ricordare che, durante i giorni di zona rossa, l’autocertificazione bisogna portarla sempre con sè. Nei giorni in zona arancione, invece, è necessaria solo se si esce dal proprio comune di residenza o domicilio. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Mara Venier lascia Domenica In

Mara Venier lascia Domenica In? Il direttore di RaiUno ci mette la faccia

GfVip 5 Sonia Lorenzini

GFVip 5, Sonia Lorenzini rischia la squalifica: frasi offensive contro Adua Del Vesco