in

Biglietti treni introvabili, sarà difficile spostarsi tra regioni entro il 20 Dicembre

Sarà davvero molto difficile riuscirsi a spostare da una regione all’altra in treno entro il 20 Dicembre 2020. I biglietti per i treni a Natale sono praticamente introvabili. Da lunedì 21 dicembre, infatti, saranno vietati tutti gli spostamenti tra le regioni se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Il divieto durerà fino al 6 gennaio, come prevede il Dpcm firmato il 3 dicembre dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. In queste ore, poi, il Governo è al lavoro per modificare le regole stabilite dal Dpcm di Natale. Molto probabilmente verranno varati ulteriori provvedimenti restrittivi al fine di contenere il più possibile il rischio di contagio. Come mai però i biglietti già non sono più reperibili? Ecco la risposta a questa domanda.

Leggi anche –> Nuovo Dpcm dicembre, divieto di spostamenti tra regioni da Natale all’Epifania

Biglietti treni Natale introvabili

Biglietti treni Natale introvabili: ecco il perché

Secondo quanto varato dal Dpcm di Natale, ci si potrà spostare liberamente tra regioni gialle fino al 20 Dicembre 2020. Poi dal lunedì 21 dicembre fino al 6 gennaio 2021 saranno vietati tutti gli spostamenti tra le regioni se non per motivi di lavoro, salute o necessità. Oltre alle motivazione appena citate, dal 21 dicembre al 6 gennaio si potrà comunque rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione. Le regole sono abbastanza chiare, ma resta un problema. I biglietti per le Frecce o per Italo sono a dir poco introvabili. In primis sono esauriti quasi subito perchè c’è un’alta richiesta. Un altro motivo per il quale i biglietti non si trovano è perché l’offerta è ridottissima rispetto agli anni scorsi. La disponibilità limitata è causata dalla regola che prevede una riduzione del 50% dei posti a sedere rispetto alla capienza ordinaria. Questa decisione è stata dettata dal Governo per evitare l’esodo di massa come accaduto a Marzo. L’ipotesi di un’eventuale terza ondata non deve assolutamente trasformarsi in realtà

Biglietti treni Natale introvabili

Prezzi aumentati?

Mercoledì 16 dicembre l’Antitrust, come riportato da Il post, ha chiesto una serie di informazioni alle società di trasporto ferroviario in merito all’offerta dei collegamenti e soprattutto al «significativo aumento dei prezzi dei biglietti che si registra in alcune giornate del periodo 15 dicembre 2020-15 gennaio 2021». Trenitalia ha spiegato che i prezzi dei biglietti ferroviari per viaggiare sugli Intercity e sulle Frecce durante il periodo natalizio, «non sono rincarati né è prevista alcuna loro variazione». Secondo l’azienda, il listino con i prezzi base è immutato da oltre un anno: «Non ci sono stati aumenti né sono in programma, contrariamente a quanto invece riferito da un’associazione dei consumatori». Dopo la richiesta di informazioni da parte dell’Antitrust, Italo ha confermato di «aver agito nel pieno rispetto delle norme a tutela dei consumatori e del mercato». >> Altre News

Crisi di governo Conte Renzi

Crisi di governo, il vertice tra Conte e Iv si risolve con la consegna della lettera di Renzi

Iacopo melio

Iacopo Melio positivo al Covid: «Non esco di casa da un anno e mi sono ammalato»