in

Bonus 600 euro aprile e maggio: ecco quando arriverà

Il bonus 600 euro di marzo dovrebbe essere arrivato alla maggior parte dei richiedenti, ma visti i clamorosi ritardi ora la domanda sulla bocca di tutti è: quando arriveranno i bonus di aprile e maggio? La risposta è più complicata di quanto si possa pensare. Innanzitutto va fatta distinzione tra i beneficiari del bonus in base al decreto “Cura Italia” e i nuovi aggiunti degli ultimi. E’ facile immaginare che chi ha ricevuto già il bonus di marzo avrà in anticipo anche quello dei prossimi mesi.

leggi anche l’articolo —> Credito d’imposta 80% Fase 2: come funziona e a chi spetta

bonus 600 euro

Bonus 600 euro: aprile

I rappresentati del governo hanno deciso di erogare altre due mensilità, aprile e maggio, e per alcuni il bonus si estende fino a 1000 euro. Il bonus 600 euro è quello che viene erogato a partite IVA, co.co.co. autonomi iscritti alla Gestione speciale Ago, lavoratori dello spettacolo, stagionali, collaboratori sportivi e anche liberi professionisti iscritti agli ordini. C’è grande attesa per il testo del nuovo decreto, soprattutto perché fin quando non è ufficiale non sarà erogato nessun bonus.

Andiamo a vedere quando potrebbe arrivare il bonus di aprile. Per capire quando sarà erogato bisogna fare una distinzione tra vecchie e nuove categorie di beneficiari, le prime previste dal Cura Italia. Il bonus 600 euro del mese di aprile verrà pagato in modo automatico a chi ne abbia fatto richiesta per il mese di marzo a seguito dell’entrata in vigore del decreto Cura Italia. La mensilità non sarà comunque erogata fino all’uscita del decreto. Mentre i nuovi benificiari dovranno prima fare richiesta e considerando che ancora non è uscito il testo del nuovo decreto è possibile che il bonus potrebbe slittare a giugno.

bonus 600 euro

Mensilità di maggio

Il pagamento della mensilità di maggio del bonus 600 euro non verrà accreditata prima di giugno. Considerando che per i nuovi beneficiari il decreto Rilancio prevede una doppia mensilità per i mesi di aprile e maggio, l’erogazione dovrebbe anche per la seconda avvenire in automatico una volta inoltrata la domanda.

Per quanto riguarda invece professionisti titolari di partita IVA e stagionali del turismo, per questi il bonus 600 euro arriva a 1.000 euro nel mese di maggio. Previa dimostrazione di una riduzione del 33% del fatturato nel secondo bimestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

In questo caso quindi i tempi di erogazione saranno più lunghi quindi la stessa non avverrebbe prima di giugno 2020. Visti i ritardi del Decreto e dell’Inps si teme che il bonus possa slittare a luglio.

leggi anche l’articolo —> Bonus Partite Iva maggio 2020 novità, da 600 a 1000 euro: come ottenerlo e requisiti

sfiducia a bonafede

Sfiducia a Bonafede, Crimi (M5S): «Se qualcuno della maggioranza la vota…»

giulio berruti

Giulio Berruti bullizzato a 14 anni: «Mi gettarono in un cassonetto. Fu un’esperienza atroce»